in

JeyJey spiega la sua verità sulle accuse di molestie, e dice: “Non tornerò con Benji Krol”

Jorge Garay
Jorge Garay

Jorge Garay, meglio noto come JeyJey, ha spiegato tutta la verità sulle tante voci di corridoio che lo vedevano coinvolto. Con un video su TikTok, il creator ha annunciato di essere finalmente riuscito a raccontare dettagliatamente la vicenda sulle accuse di adescamento e di molestie online di un minorenne, fan dei suoi contenuti e di quelli di Benji Krol.

Dopo aver conosciuto il ragazzo in questione sui social, i due hanno cominciato a interagire sulle diverse piattaforme ed è iniziata quella che si credeva fosse solo un’amicizia. Ecco cosa ha raccontato JeyJey.

Quando abbiamo iniziato a parlare lui mi disse di avere 16 anni, io ne avevo 17. Quando ci siamo avvicinati lui ha cominciato a guidare le conversazioni in una direzione più s3ssuale mandandomi i suoi nudes senza che io glieli chiedessi.

Aveva un account su Grindr, un’app di dating solo per ragazzi, dove diceva di avere 18 anni. Qui mandava i suoi nudes a un sacco di gente e ne riceveva altrettanti da persone anche molto più vecchie. E lui mi mandava queste foto.

Ed è a questo punto che Benji Krol è entrato a far parte della questione.

Qualche volta mi parlava di Benji chiedendomi suoi nudes o altri messaggi fin quando non è arrivato a parlare quasi sempre di lui. Quando Benji ha smesso di parlargli, lui ha smesso di parlare con me e ha preso una pausa dai social. Non lo sapevo quando ci sentivamo ma ha usato la nostra amicizia per arrivare a Benji. Aveva tutte le prove per inventarsi questa storia secondo cui noi lo avevamo manipolato ma non è assolutamente vero. Ho sempre pensato a lui come un amico e niente di più ma credo che lui non abbia mai voluto essere davvero mio amico.

JeyJey ha ovviamente parlato anche del suo rapporto con Benji Krol.

Non avrei dovuto rispondere per Benji e non avrei dovuto mandare i suoi nudes: questo è ciò per cui mi pento di più. Tutte queste voci di corridoio provengono da quello che è successo quella notte. Io mi sono preso cura di Benji che non stava bene (mentalmente), ho chiamato l’ambulanza e sono andato con lui all’ospedale. Quando si è svegliato, io non c’ero e non riusciva a contattarmi; ha detto in una dichiarazione fatta su Twitter che non sapeva dove fossi ed era vero. Qualcuno pensa che sono corso via, che non mi è mai importato di Benji e cose del genere ma non è vero niente. C’è stata un sacco di disinformazione.

Jorge Garay si è comunque scusato per tutto l’accaduto.

Avrei dovuto essere consapevole di quello che stava succedendo, avrei potuto gestire meglio le cose e mi scuso per questo. Non è colpa di nessuno se avete creduto a questo ragazzo. Ho dovuto affrontare bene tutta la situazione perciò non mi sono fatto avanti prima. Ora sto meglio ogni giorno. Farò più attenzione alle persone con cui parlo. Ho imparato ad ascoltare di più le persone che amo così da non ferirle. Se tornerò sulle piattaforme online sarà per i miei soliti contenuti creativi. Cerco ancora di essere migliore ogni singolo giorno. Ora che tutti sappiamo la verità possiamo andare avanti.

[Foto: Youtube]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *