in

Jojo Siwa organizza un pride party che, però, finisce nel peggiore dei modi – ecco cosa è successo

Durante la festa un ragazzo è finito in ospedale.

JoJo Siwa Pride Party
JoJo Siwa Pride Party

Il recente pride party di JoJo Siwa è finito nel peggiore dei modi: un ospite è stato portato in ospedale a causa di un overdose di droga. Andiamo con ordine, ricostruendo la vicenda basandoci sul racconto fatto da Distractify.

Tutto ha inizio il 2 giugno, con la festa che la creator ha organizzato per festeggiare il mese del Pride. JoJo ha pensato a tutto, dagli unicorni enormi ai palloncini, dal camioncino dei gelati a un pianoforte a coda decorato con brillanti arcobaleno. Quello che non può immaginare è che qualcuno utilizzi la sua festa per sballarsi. Così verso la fine della serata, qualcuno ha dovuto chiamare la polizia per farla andare a casa sua. Una volta arrivate sul posto, le autorità hanno trovato una persona ubriaca fradicia e, soprattutto, un maschio sulla trentina in overdose da LSD. Il ragazzo, che ha raggiunto la casa della tiktoker già in condizioni difficili, ha avuto bisogno di andare urgentemente in ospedale.

Per JoJo Siwa è un vero peccato dato che ci teneva molto a festeggiare il mese del pride per la prima volta dopo il suo coming out. L’1 giugno la creator aveva dato il benvenuto al mese del Pride con un post su Instagram in cui aveva detto:

Sono così contenta di celebrare il Pride con tutti voi! Tutti mi hanno supportata così tanto nel mio viaggio quest’anno. E’ stato l’anno migliore di sempre. Trovare il vero amore, ma anche solo far parte di una comunità così felice, amorevole e accogliente, mi sembra che sia la cosa migliore di sempre. Sono felice, come non sono stata mai.

E’ vero, gli eventi esterni hanno rovinato il party, ma JoJo può dirsi comunque soddisfatta, grazie al percorso che ha fatto in questi mesi. La felicità per aver trovato se stessa non gliela toglierà mai nessuno. Per il resto ci saranno feste migliori.

[FOTO: Instagram]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *