in

JoJo Siwa, i poliziotti invadono la sua casa dopo il coming out: ecco che cos’è successo

JoJo Siwa è al centro dell’attenzione dei social nelle ultime settimane. Dopo aver fatto coming out e rivelato al mondo di essere parte della comunità LGBTQ+, JoJo Siwa ha continuato a far parlare di sé a causa di uno spiacevole episodio che l’ha vista come protagonista. Che cos’è successo? Perché sui social girano foto di lei e di alcune squadre della polizia? Ora vi spieghiamo tutto nei dettagli!

Domenica pomeriggio, i social di mezzo mondo hanno iniziato a riempirsi di foto e di video dell’idolo dei bambini insieme ad alcuni agenti della polizia. Molti si sono preoccupati, non sapendo cosa fosse successo a JoJo Siwa. Dopo alcune ore, la ballerina americana ha rivelato il motivo dell’irruzione delle forze armate.

Per costringere JoJo Siwa ad uscire di casa, qualcuno avrebbe chiamato la polizia, fingendo un allarme. Questa pratica illegale ha un nome specifico, swatting, ed è spesso usata ai danni degli streamer. Il tuo avversario ti sta sconfiggendo? Chiama la polizia, fai finta che nella casa del tuo nemico stia accadendo qualcosa di pericoloso e il gioco è fatto. Un gioco pericoloso e criminale.

Stando a quanto raccontato da JoJo Siwa dopo l’incidente, sarebbero stati i paparazzi ad organizzare lo “scherzo”, pronti a fotografarla dopo il coming out sui social:

Eravamo a casa nostra, e all’improvviso, c’era un intero gruppo di poliziotti che ci dicevano di uscire dalla casa. Siamo usciti, mani in alto, perché ovviamente devi seguire le regole, e poi la polizia ha detto che qualcuno aveva chiamato e fatto un reclamo. E poi, all’improvviso, sono arrivati ​​i paparazzi da dietro l’angolo. Si chiama “swatting”, quando qualcuno mette in allarme la polizia e in questo modo sei costretto ad uscire da casa tua. Poiché di recente ho fatto coming out su Internet, penso che i media sono ovviamente molto entusiasti, cosa che adoro, e adoro il supporto. Tuttavia, sarebbero potuto rimanere appostati fuori e alla fine sarei uscita comunque da casa mia…

JoJo Siwa ha inoltre aggiunto di essere profondamente dispiaciuta che intere pattuglie di polizia siano state coinvolte in un affare simile. Alcuni testimoni parlano addirittura di sette macchine fuori dalla casa di Los Angeles:

Mi dispiace perché c’erano circa 50 poliziotti a casa nostra, e quei poliziotti avrebbero potuto fare qualcosa di molto meglio da un’altra parte ed aiutare qualcuno, invece di occuparsi di una falsa richiesta di paparazzi.

Come dare torto a JoJo Siwa? A soli diciassette anni, costretta ad evacuare la sua casa per un falso allarme, che storia…

Foto: Instagram/YouTube

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *