in

Jody Cecchetto attacca i tiktoker che lasciano la scuola, poi precisa le sue parole

Jody Cecchetto attacca gli influencer che mollano la scuola. Nel suo sfogo esagera e dice che i tiktoker stanno nelle House senza fare niente. Oggi ha puntualizzato.

Jody Cecchetto
Jody Cecchetto

Sempre più spesso vi raccontiamo di tiktoker e creator che, per un motivo o per l’altro, decidono di abbandonare la scuola. Senza ombra di dubbio non è un buon esempio da dare ai giovani. Per questo Jody Cecchetto, ieri, dalle frequenze di RDSNext, dopo aver letto il nostro articolo su Patrizio Morellato che ha lasciato la scuola, ha deciso di criticare aspramente lui e gli altri creator che decidono di non finire gli studi:

Mi sono rotto le palle di vedere questi ragazzi, che sono alle superiori, che mollano la scuola. Per cosa? Ma per cosa? Perché dovete mollare la scuola? Ancora con questo mollare la scuola. Ok che c’è la DAD e tutto quanto, ma solo perché siete in una casa insieme a fare niente, dovete mollare la scuola, che è l’unica cosa buona che fate nella vita. La scuola è l’unica cosa buona che potete fare nella vita. Il resto è cazzeggio. C’è tempo per tutto. Io l’ho fatto il mio cazzeggio dopo la scuola. Ho mollato anche l’università e non sono una persona da seguire, sotto questo punto di vista, ma le superiori, che sono stati gli anni più belli della mia vita no. Non mollate la cacchio di scuola.

Stamane Jody Cecchetto, resosi conto di aver esagerato, non sul sacrosanto messaggio di non mollare la scuola, ma sui tiktoker che stanno nelle house a fare niente, ha voluto precisare:

Ho sbagliato a dire che i tiktoker nelle case non fanno NIENTE tutto il giorno. Nella maggior parte dei casi c’è una quotidiana creazione di contenuti e collaborazioni. Quindi ovviamente c’è un lavoro. Mi sono fatto prendere dal trigger del post così diretto e ho parlato molto di getto. Chill House, Stardust House, Def House e altre case di influencer, è ovvio che c’è investimento sugli influencer, e anche grande, quindi non è SOLO cazzeggio lì dentro. E’ anche quello, ma che chi più e chi meno.

Detto questo: viva le house di bravi ragazzi coscienti e coscienziosi, anche e soprattutto sul loro futuro.

[FOTO: Instagram]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *