in

Jeffree Star rivela di aver subito “abusi mentali” dopo lo scandalo con Shane Dawson

Lo YouTuber Jeffree Star ha finalmente parlato del dramma della scorsa estate, iniziato dopo che lui e il collega influencer Shane Dawson sono stati accusati di aver tentato di sabotare la carriera di James Charles (qui un riassunto della vicenda).

La “Jeffree Star Cosmetics” è (o era?) un’azienda tenuta in grande considerazione nell’industria del make-up, ma il recente dramma ha gettato ombra sul proprietario del marchio. Nell’estate del 2020, sono scoppiate delle polemiche riguardo a Shane Dawson e Jeffree dopo che iniziarono a circolare voci online secondo cui i due avevano orchestrato la “cancellazione” di James Charles nel maggio 2019.

Questa speculazione si è diffusa dopo che Tati Westbrook – YouTuber dietro il video di fama mondiale “Bye Sister” – ha accusato Jeffree e Shane di averla presumibilmente portata a creare il video del 2019, dove si scagliava contro James. Tuttavia, l’estate è passata, e Star ha parlato solo ora di com’era essere al centro del drama.

Quando tutto è successo quest’estate, era proprio tutto così… era molto faticoso mentalmente. È stato traumatico“, ha spiegato durante un episodio del podcast “The Sip” con il fidanzato di Shane Dawson, Ryland Adams.

“Non l’avevo mai sperimentato prima”, ha continuato, rivelando che gli era stato persino detto di porre fine alla propria vita dagli haters. “Sentirlo continuamente più e più volte… è stato davvero difficile.”

Jeffree sostiene di aver dovuto affrontare “abusi mentali” dopo quell’esperienza. La dichiarazione di Jeffree sul drama è stata accolta con opinioni contrastanti, con la sensazione che si stia “rifiutando di assumersi la responsabilità“, mentre altri mostrano simpatia verso lo YouTuber sulla scia delle travolgenti reazioni negative che ha ricevuto.

[Inizia al minuto 17:38]

Voi cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.