in

Jason Derulo dà del fr*cio a James Charles su Twitter? Piovono polemiche, ecco la verità!

Jason Derulo ha dato del fr*cio a James Charles in un messaggio su Twitter? La notizia ha fatto il giro del mondo, ma la realtà potrebbe essere un’altra. Riavvolgiamo il nastro e spieghiamo per filo e per segno com’è andata.

Ieri sera, il cantante Jason Derulo (amatissimo su TikTok, creatore di tantissimi trend e balletti) ha pubblicato su Twitter una frase diretta a James Charles, tra i beauty creator più apprezzati al mondo. Il messaggio ha destato subito grande scalpore, carico di offese e di parole che non si addicono di certo all’immagine di Jason Derulo. “Muovi un po’ il sedere, froc*o sexy e intrigante che non sei altro” il tweet, a cui dopo un’ora ha replicato lo stesso James Charles con un semplice “omg“, ovvero “o mio Dio”.

Il tweet ha sconvolto la piattaforma e le centinaia di migliaia di follower, che hanno assistito a un vero e proprio delirio sulla pagina Twitter del cantante. Ma quelle parole sono state scritte da Jason Derulo o da qualcun altro? Stando ai messaggi pubblicati, l’account del cantante di Savage Love sarebbe stato hackerato. Dietro all’attacco hacker ci sarebbe una squadra di pirati informatici che già hanno messo a segno alcuni colpi, come la violazione dell’account di Addison Rae e di Dixie D’Amelio.

La rete di hacker avrebbe come nome “The Chuckling Squad” e come missione quella di prendere il possesso degli account delle celebrità più seguite. Lo scopo sarebbe quello di truffare i follower dei vip, rubando loro soldi e dati personali. Stando alle indagini, pare che dietro alla squadra di hacker ci sia un ragazzo residente nel Regno Unito. Sarà davvero così? Nel frattempo, Jason Derulo ha ripreso il controllo del suo profilo Twitter, smentendo i messaggi pubblicati nelle ore precedenti, anche quello per James Charles.

Chi è Ramaarro, il tiktoker che è sempre nei Per Te (ma neppure lui sa perché)

Lady Giorgia spiega perché ha deciso di entrare nella Stardust House (e Ace dice perché ha rifiutato)