in

Ivan Grieco, bannato da Twitch, ammette: “Ho pianto” – ecco quando tornerà live

Ivan Grieco
Ivan Grieco

Ivan Grieco è stato nuovamente bannato da Twitch. Inizialmente il ban previsto è di un mese. Successivamente la piattaforma viola ha deciso di ridurre la pena. Le motivazioni non sono ancora state comunicate. Andiamo con ordine e ricostruiamo la vicenda.

Il 3 novembre Ivan pubblica sul suo profilo Instagram una foto nera accompagnata da un messaggio che esprime tutta la sua delusione:

Non auguro a nessuno di veder sfumare in pochi attimi il lavoro di mesi e mesi di sacrifici. Sono a pezzi come non mai. Ci vediamo tra 30 giorni.

Due giorni dopo lo streamer e commentatore professionista Esports ha deciso di parlare dell’argomento in un video di YouTube:

Purtroppo non posso fare live su YouTube e da nessuna altra parte, perché da partner Twitch c’è questa regola. Quello che posso fare è portare dei video brevi…

Il ban previsto è di 30 giorni, ma domani (venerdì 6 N.d.W) su Instagram uscirà una novità importante sul futuro del ban. E’ una bella notizia che mi fa stare meno in pena. Purtroppo il ban non è annullato, ma ci sono delle buone notizie.

Il motivo del ban, finché sono bannato non lo posso dire.

Sono stato male, vi dico la verità. Sono rimasto a piangere per diverse ore la sera che mi hanno bannato e sono stato a pezzi anche il giorno dopo. Adesso mi sono ripreso, ma mi rode il cu*o e sono triste. Non vedo l’ora di tornare su Twitch, sperando che non mi ribannino subito, per spaccare i cu*i.

La bella notizia, comunicata l’indomani su Instagram, è che il ban è stato ridotto:

I signori di Twitch mi hanno fatto uno sconto sulla pena. Ci vediamo il 16 novembre alle 23.00. Ditelo anche ai parenti!

Ringalluzzito dalla notizia, Ivan Grieco si è già messo all’opera per organizzare il suo ritorno live. Su YouTube anticipa:

Sto cercando di organizzare qualcosa di carino con qualche ospite, o per il 16 sera o, più probabilmente, per il giorno dopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *