in

“Fare l’influencer è più difficile di un lavoro normale”: scoppia la polemica sui social americani

influencer Dez Machado
influencer Dez Machado

Essere influencer non è facile: a prescindere dalla piattaforma che si usa, sia essa TikTok, Twitch, YouTube o Instagram, chi fa questo lavoro deve realizzare contenuti regolarmente per non scontentare il proprio pubblico. L’impegno non è solo creativo, ma anche pratico (fare un video e farlo bene sono due cose differenti) e richiede tempo. L’infleuncer deve anche analizzare le statistiche, mantenere i rapporti con i fan, confrontarsi con il mercato alla ricerca di sponsorizzazioni e collaborazioni, accettare che la propria quotidianità sia resa pubblica e confrontarsi spesso con le critiche degli hater. Tutto ciò deve essere fatto quasi sempre col sorriso per una questione di immagine.

Dopo la dovuta premessa veniamo al caso del giorno. Dez Machado è stata aspramente criticata per aver affermato che il lavoro di influencer è più difficile di un lavoro normale. Tutto nasce da un commento di un utente:

Non ti vedo fare un lavoro normale come la maggior parte delle persone che si spaccano il c*lo tutto il giorno mentre tu fai i video su youtube.

La sedicenne tiktoker ha risposto:

Dannazione, volete dirmi che lavorare in un Jack in the box (catena di ristoranti) è più difficile che intrattenere un milione di persone? Non lo so, sarò cattiva.

Apriti cielo! I fan (e non solo) della Machado, l’hanno aspramente criticata, accusandola di insultare il lavoro del lavoratore medio che ogni giorno della vita lavora dalle 9 alle 17.

Dez ha ammesso di essere fortunata, essendo in grado di guadagnare soldi facilmente ed è conscia che questo dia fastidio alle persone:

Se guadagni facilmente verrai sempre odiato. Come me, per esempio. Guadagno i soldi abbastanza facilmente, perché non sono dovuta andare a scuola o seguire le norme sociali per fare soldi! Va bene, so che il mio lavoro è facile, ma non mi infastidisce. Sì, sono stata fortunata, mi dispiace.

Dez Machado è solo l’ultima in ordine di tempo a creare indignazione tra gli utenti dei social americani. Come ricorda Dexerto, a settembre lo streamer Leffen è stato criticato per aver sostenuto che lo streaming è più difficile rispetto a lavori con salario minimo:

Ho venduto il mio corpo e la mia anima per fare i soldi ce faccio. Pensi di dover amare e rispettare ogni lavoro di m***a che fai per soldi? Preferirei girare gli hamburger al McDonalds se pagasse la stessa cifra.

La questione è spinosa. Chi ha ragione? Non avrebbe più senso valutare i pro e i contro di ogni singolo lavoro, piuttosto che metterli a confronto?

What do you think?

1 point
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tessa Brooks, tutto quello che c’è da sapre sulla nuova (presunta) fidanzata di Bryce Hall

I Me Contro Te, arriva il secondo film: trailer, data d’uscita, e info de “Il Mistero della Scuola Incantata”