in

Un infermiere viene licenziato per un TikTok di poco gusto: ecco cosa è successo

Un infermiere è stato il protagonista di una vicenda che ha fatto infuriare ogni piattaforma social. Ecco la storia del video incriminato.

infermiere licenziato
infermiere licenziato

Il protagonista di questa storia, che ha fatto indignare e scandalizzare il web, è un infermiere di un Hospice. Succede spesso che alcuni TikTok scatenino una reazione così forte dalla comunità di Internet e che vengano presi dei provvedimenti seri, Ma stavolta cosa è successo?

Come raccontato su Trashblog, l’assistente sanitario in questione ha pubblicato un video su TikTok in cui mima un conato di vomito. Tutto questo mentre entra in una sala del reparto in cui lavora. La didascalia, con annesse emoticon che vomitano, è la seguente:

 Quando vai a controllare un paziente dopo due clisteri 

Il video. anche se dichiaratamente ironico a detta di chi l’ha girato, ha fatto immediatamente il giro di tutte le piattaforme social, da Twitter a Instagram, da Facebook a Telegram. Ogni community si è sentita particolarmente offesa e oltraggiata dal comportamento poco corretto e professionale dell’assistente sanitario. Più nello specifico, i commentatori hanno difeso tutte le persone in una condizione medica simile che si possono essere sentiti considerati un peso dalla comunità medica.

Infermiere licenziato per il TikTok

Le conseguenze non sono tardate ad arrivare: la struttura ha licenziato l’infermiere. La notizia arriva da un utente di Twitter in possesso della circolare scritta dal direttore dell’Hospice. La circolare in questione annuncia che verranno presi dei provvedimenti seri nei confronti dell’uomo:

Buonasera,
ritengo opportuno informarLa che in seguito alla visione di quanto da lei inviato valutata dalla proprietà e dagli organi di controllo preposti (responsabile della qualità, responsabile del rischio clinico e dal sottoscritto) la persona segnalata, inf. XXX è stato oggi stesso sottoposto a provvedimento di immediato licenziamento con lettera consegnata a mano alle ore 12.45. Ci tengo a precisare che lo stesso non faceva parte dell’organico stabile della struttura. Bensì con un contratto a prova semestrale non ancora completato. Ci riserveremo comunque ulteriori azioni e segnalazioni ad organi competenti per la tutela del nostro sempre corretto operato. Cordialmente.

[Foto: TikTok]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *