in

Imen Jane (l’influencer che aveva mentito sulla laurea) chiede scusa… dopo un mese: “Non volevo ingannarvi”

Vi ricordate di Imen Jane? Esperta di statistica ed economica, era (è) diventata una delle influencer economiche più seguite in Italia. Ma esattamente un mese fa, a giugno, il sito Dagospia ha sganciato la bomba: Imen non si è mai laureata in economia, come invece raccontava alla stampa e sui social. Insomma: ha ingannato tutti.

Lì per lì l’influencer ha provato a giustificarsi (“Ho tralasciato gli studi. Anche Zuckerberg lo ha fatto“, aveva detto) e poi è sparita per un mese dai social. Ora è tornata con le scuse dovute ai suoi followers. L’intenzione di Imen Jane, ora, è di finire gli studi:

Ho sbagliato. Ho fatto un errore inutile ed evitabile del quale mi pento e mi scuso. Mi sono iscritta all’università per una ragione molto semplice: avere i mezzi per capire il mondo. Non ho mai considerato l’idea di non laurearmi. La laurea per me non è soltanto un pezzo di carta. E’ un riconoscimento pubblico delle ore passate a cercare di apprendere qualcosa di utile per la vita. Non ho mai voluto sminuirne il valore.⁣

Finora mai nessun lavoro o incarico che ho avuto mi ha mai richiesto alcun titolo accademico, ma io volevo e voglio finire gli studi.⁣

Quando a fine 2018 mi sono trovata per caso a condividere spunti di attualità su Instagram, ho attirato fin da subito grandi attenzioni. Il primo a chiamarmi “la studentessa divulgatrice” fu Giletti. E per tutta quella prima metà del 2019 ho continuato ad avere controllo su tutte le mie uscite pubbliche. Ma dall’estate in poi, la situazione ha iniziato a sfuggirmi di mano.⁣

Avrei potuto spiegare tutto subito. Avrei dovuto mettere subito le cose in chiaro. Invece non l’ho fatto. Credevo che la situazione così come si era gonfiata, si sarebbe sgonfiata da sola. A nulla è servito ridurre le uscite pubbliche e concentrare tutte le mie energie solo su WILL.⁣

Così, appena un mese prima del ciclone, ho deciso di informare i miei investitori della situazione e chiedere loro di concedermi spazio per tornare a studiare. Mi sono dimessa dal CdA e ho ripreso a studiare. Poi, il boom.⁣

Le scuse di Imen Jane

Non ho mai dato per scontato niente e nessuno. N0n ho mai voluto ingannare niente e nessuno. Non ho mai agito in male fede. E chiedo di nuovo scusa a tutti. A tutte le persone che hanno riposto fiducia in me, alla mia famiglia, ai miei amici, alla mia azienda. La prima a starci male sono stata io.⁣

Coinvolgere le persone sui temi che più mi stanno a cuore fa parte di me. Ho sempre messo a disposizione di tutti le cose che apprendevo. Continuerò a studiare, continuerò ad imparare cose nuove e continuerò a condividerle con chiunque ne abbia voglia. Perchè la conoscenza ha valore soltanto se condivisa e se reciproca.⁣

Per chi vuole, mi troverà a Milano con il libro di statistica in una mano e il Financial Times nell’altra.

Merita una seconda opportunità?

View this post on Instagram

Ho sbagliato. Ho fatto un errore inutile ed evitabile del quale mi pento e mi scuso. Mi sono iscritta all’università per una ragione molto semplice: avere i mezzi per capire il mondo. Non ho mai considerato l’idea di non laurearmi. La laurea per me non è soltanto un pezzo di carta. E’ un riconoscimento pubblico delle ore passate a cercare di apprendere qualcosa di utile per la vita. Non ho mai voluto sminuirne il valore.⁣ ⁣ Finora mai nessun lavoro o incarico che ho avuto mi ha mai richiesto alcun titolo accademico, ma io volevo e voglio finire gli studi.⁣ ⁣ Quando a fine 2018 mi sono trovata per caso a condividere spunti di attualità su Instagram, ho attirato fin da subito grandi attenzioni. Il primo a chiamarmi “la studentessa divulgatrice” fu Giletti. E per tutta quella prima metà del 2019 ho continuato ad avere controllo su tutte le mie uscite pubbliche. Ma dall’estate in poi, la situazione ha iniziato a sfuggirmi di mano.⁣ ⁣ Avrei potuto spiegare tutto subito. Avrei dovuto mettere subito le cose in chiaro. Invece non l’ho fatto. Credevo che la situazione così come si era gonfiata, si sarebbe sgonfiata da sola. A nulla è servito ridurre le uscite pubbliche e concentrare tutte le mie energie solo su WILL.⁣ ⁣ Così, appena un mese prima del ciclone, ho deciso di informare i miei investitori della situazione e chiedere loro di concedermi spazio per tornare a studiare. Mi sono dimessa dal CdA e ho ripreso a studiare. Poi, il boom.⁣ ⁣ Non ho mai dato per scontato niente e nessuno. Non ho mai voluto ingannare niente e nessuno. Non ho mai agito in male fede. E chiedo di nuovo scusa a tutti. A tutte le persone che hanno riposto fiducia in me, alla mia famiglia, ai miei amici, alla mia azienda. La prima a starci male sono stata io.⁣ ⁣ Coinvolgere le persone sui temi che più mi stanno a cuore fa parte di me. Ho sempre messo a disposizione di tutti le cose che apprendevo. Continuerò a studiare, continuerò ad imparare cose nuove e continuerò a condividerle con chiunque ne abbia voglia. Perchè la conoscenza ha valore soltanto se condivisa e se reciproca.⁣ ⁣ Per chi vuole, mi troverà a Milano con il libro di statistica in una mano e il Financial Times nell’altra.

A post shared by IMEN (@imenjane) on

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *