in

Il Collegio, pace fatta fra Esa Cristini e Giulia Matera: “Ora basta insulti e minacce” – ecco cos’hanno detto

Pace fatta fra Esa Cristini e Giulia Matera. Nell’ultima puntata del reality show di Rai 2, infatti, le due erano arrivate ai ferri corti dopo che Esa aveva deciso di aprire le porte a Dago, malvisto da parte della classe 1992. La discussione fra le due collegiali ha destato l’attenzione del pubblico, curioso di capire come sono andate a finire le cose fra di loro. Tra le urla di Esa e i giudizi di Giulia, le due pare poi abbiano trovato la strada per un’amicizia incredibile.

Per frenare le ondate di odio che entrambe stanno ricevendo sui social, da parte di chi sostiene Esa e chi Giulia, Esa Cristini ha deciso di pubblicare un messaggio sulle Storie per spegnere le polemiche:

Io e Giulia Matera abbiamo risolto, siamo carissime amiche e ci vogliamo bene. Avevamo litigato e molti suoi comportamenti non mi erano piaciuto (come a lei non era piaciuti dei miei comportamenti)! Ciò però non vi permette di andare ad insultare, minacciare o cos’altro né una né l’altra. La nostra discussione è stata risolta da noi stesse e dalla sorvegliante, non abbiamo bisogno di persone che ci sminuiscano per dare ragione o a una l’altra. Mi fa piacere che mi supportiate, ma facendolo in determinati modi state anche facendo cyberbullismo nei confronti di una ragazzina di 16 anni, che come giusto che sia fa i suoi sbagli.

Il messaggio è rivolto quindi ai suoi fan più sfegatati, che per difenderla da quanto accaduto, hanno finito per ferire Giulia Matera. Esa Cristini ha infine aggiunto, lasciando come ultimo messaggio un “ti voglio bene” per la sua collega:

Il Collegio è bello proprio per questo, mostra diverse sfaccettature di noi adolescenti, sia quelle positive che negative. Come Giulia ha sbagliato l’ho fatto io, come lo abbiamo fatto tutti noi! Non credete che noi siamo dei robot, siamo dei ragazzini che stanno ancora crescendo e che hanno ancora tanto da imparare.

Quindi stop all’odio e ai messaggi negativi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *