in

“Basta Collegio!”, gli IPants vorrebbero interrompere le reaction dopo il caos degli ultimi giorni – ecco cos’è successo

Perché i protagonisti de Il collegio 6 ce l’hanno con gli iPants? La spiegazione di Anthony.

Basta Collegio“. Così si intitola il nuovo video pubblicato dagli IPants, che riassume quanto vissuto dalla coppia di creator in questa settimana. Dopo aver evidenziato il calo degli ascolti de Il Collegio, trasmissione a cui da anni fanno reaction, e la mancanza di entusiasmo del cast, Anthony e RedNose hanno infatti subito numerosi attacchi e critiche.

Nel video di oggi, dopo aver ripercorso gli scontri con le collegiali Matilde Ricorda e Anastasia Podeschi (con cui hanno poi chiarito, tanto pubblicamente quanto in privato), gli IPants sono arrivati ad interrogarsi se continuare o smettere la serie di reaction. La loro idea, però, è quella di interromperla definitivamente:

Siamo stati portatori della voce del popolo. Dobbiamo capire se continuare o smettere del tutto Il Collegio, noi siamo per la seconda, per dare un taglio definitivo alle reaction. Sappiamo che molti lo guardano perché le facciamo, ma non possiamo essere attaccati e non vogliamo ricevere denunce, perché ci siamo quasi arrivati. Il format ci ha scassato le scatole, non ha appeal. Non ce le abbiamo con i ragazzi, i professori o gli attori.

Secondo voi la serie dovrebbe continuare o le reaction dovrebbero interrompersi?

Perché i protagonisti de Il Collegio 6 se la prendono con gli iPants? Anthony spiega cosa sta succedendo

Articolo del 25 novembre – Gli iPants sono sotto attacco! A criticarli sono alcuni protagonisti de Il Collegio 6. Dopo la storia Instagram di Matilde Ricorda contro RedNose (“Sto pezzo di *, che tristezza che fai“) per le uscite considerate un po’ troppo sopra le righe (i due si sono chiariti in privato), oggi Anastasia ha scritto “Non mi stanno piacendo”, riferito al duo. A loro se ne sono aggiunti altri che hanno preferito contattare privatamente Anthony, come racconta nelle sue storie Instagram:

Mi sa che ho combinato il delirio. Nei miei direct sta accadendo di tutto. I collegiali sono impazziti. Mi stanno scrivendo tutti. Tanti collegiali mi stanno dicendo cose carine, altri molto meno. La cosa che mi sta colpendo di più è che certi collegiali mi hanno sempre fatto i complimenti per le reaction e in questo momento invece mi stanno buttando un sacco di cacca addosso.

Per capire il motivo bisogna tornare un attimo indietro a quando Anthony esprime il suo giudizio negativo nei confronti de Il collegio 6. Tutto ha inizio da una storia pubblicata, in cui confrontava il numero di ascoltatori delle precedenti edizioni (intorno al 10% di share) e quelli dell’attuale (l’ultima puntata ha fatto il 5,8% di share) e aggiungeva: “Ci siamo rotti le scatole noi o altro“. La sua riflessione continuava con una richiesta alla RAI: “Invece che blindare i ragazzi con contratti annuali dove non possono presentarsi nei video dei creators, perché non pensate a fare un bel passo indietro e magari mostrare anche un po’ di riconoscenza al web? E se smettessimo tutti di fare contenuti sul collegio, cosa accadrebbe?… Ah e in tutto ciò se dovessimo smettere di fare reaction, perderemmo dei soldi, perciò è un discorso proprio super onesto con tutti voi“. Torniamo alle parole di Anthony:

Non ho detto che Il collegio fa schifo. Non sputo nel piatto in cui ho mangiato fino ad oggi. Però sono anche cosciente e onesto del fatto che Il collegio di quest’anno è strano. Non mi sta ispirando così tanto. Non volevo offendere nessuno dei ragazzi di questa edizione. Ho espresso un’opinione su un programma che ormai si ripete uguale da tanti anni e che non mi entusiasma più di tanto e non mi fa gasare come le prime edizioni. Cosa devo fare? Devo essere falso? Se smettessi di fare i video su Il collegio perderei un guadagno. Domenica uscirà un video per chiarire questa situazione… No odio. Amiamoci.

Ricapitolando: i collegiali sono infastiditi dal fatto che gli iPants non apprezzino abbastanza questa edizione del reality di Rai2. Anthony ha chiaramente espresso il proprio parere e, nonostante la spiegazione, continua ad essere criticato privatamente.

[FOTO: Instagram]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *