in ,

Il Collegio 4, Mario Tricca: “Influencer? No, sogno di diventare attore”

Mario Tricca
Mario Tricca

Mario Tricca è, senza alcun dubbio, il collegiale che più sta facendo divertire il pubblico della quarta edizione de Il Collegio. Lui, le sue ansie e la sua passione per la natura lo hanno fatto entrare nei cuori dei telespettatori, che lo hanno reso una webstar. Meme, video, gif: ormai Mario Tricca domina sui social.

Il quindicenne è stato intervistato dal settimanale Spy, a pochi giorni dall’ultima puntata del reality show di Rai 2. Ma il vero Mario è lo stesso che è apparso in tv? “Mario Tricca non è il tizio ansioso che vedete in tv, ma è un ragazzino pieno di aspettative e sogni per il futuro, solare, ma anche molto creativo e riflessivo”, ha rivelato, aggiungendo poi:

La mia ansia, che purtroppo è emersa molto in tv, ricopre un ruolo marginale nella mia vita, non è una patologia. La mia paura per il futuro, invece, consiste nel semplice timore del non riuscire a raggiungere i miei obiettivi a lungo termine nella vita. Comunque, dopo questa esperienza, posso dire che nonostante alcune paure sono sicuro che con l’impegno sarò in grado di raggiungere qualsiasi traguardo.

Su Instagram Mario Tricca conta già più di 330mila follower, ma nei piani del ragazzo non c’è solo il successo social o la vita da infuencer, che stanno percorrendo molti suoi colleghi:

Sono veramente felice di essere apprezzato in questo modo sui social dove, in fin dei conti, credo di raccontarmi in modo originale per quello che sono, con molta umiltà e senza ostentare nulla. Però sono cosciente del fatto che questo non voglia dire essere famosi. Io sogno di riuscire ad andare avanti nella vita in generale, non solo sui social. Mi piacerebbe diventare veramente qualcuno, anche se so che non sarà facile. Il mio sogno? Vorrei diventare un grande attore e meritare il vero successo, quello che dura negli anni. E no, non ho mai recitato al Collegio.

Insomma, il Signor Tricca è un ragazzo giudizioso, con la testa sulle spalle. Si farà!

What do you think?

0 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiara ASMR: “Ho rifiutato di partecipare a Tu sì que vales, ecco perché”

#BastaTantoCosì

#BastaTantoCosì – Nasti, Vagnato, Dose Hawkman per la prevenzione dell’AIDS