Tra gli alunni che più hanno fatto divertire il pubblico de Il Collegio non possiamo che non menzionare Matias Caviglia (su Instagram @matiascaviglia.mc). 15 anni, nato e cresciuto nella provincia di Lodi, Matias non si è dimostrato uno studente diligente davanti alle telecamere: niente diploma per lui, più volte ripreso dal preside e dai professori per la sua spavalderia.

Tra fischi e sghignazzi, l’adolescente ha conquistato la simpatia dei telespettatori anche sui social: il suo profilo Instagram conta ad oggi oltre 400mila seguaci! Per raccontare la sua esperienza televisiva, Matias ha scelto di affidarsi alle domande di Anthony IPant’s, che lo ha intervistato per scoprire tutti i segreti del reality di successo di Rai 2.

Il compagno di classe con cui ha legato maggiormente nel corso delle registrazioni è stato Francesco Michael Gambuzza (@michael_gambuzza), mentre quello con cui ha avuto meno rapporti è stato Riccardo Tosi (@richitosi), tra i promossi con lode. Passiamo alle ragazze. Matias confessa che la più carina dell’anno scolastico 1968 è Alice De Bortoli, la baby-influencer da più di 800mila seguaci (@alice.debortoli), mentre non si risparmia sulle gemelle Fazzini (@coraemarilu):

Sono come nella vita reale, uguali e identiche di carattere. Sono pesanti.

Nell’intervista, spazio anche all’animo da trapper di Matias, che si è divertito a parlare con un microfono con auto-tune incorporato e ad urlare, per la gioia dei seguaci del reality, l’ormai iconico “Marilu” di Cora Fazzini.

Un’utente si è poi domandata se Matias rifarebbe di nuovo l’esperienza al Collegio, tra dure regole da rispettare, professori severi e senza tutti i comfort della vita quotidiana di un ragazzo del 2019. Ecco la sua risposta:

No. Non la rifarei perché ormai l’ho fatta; perché rifarla?

D’altronde, chiuso nelle mura dell’istituto, Matias non poteva contare sull’aiuto del padre, suo personale parrucchiere, che anche durante il video con Anthony si è occupato del suo ciuffo con spazzola e phon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *