in

Iconize, picchiato in strada perché gay – il racconto dell’aggressione

Iconize picchiato, vittima di bullismo ed omofobia. Marco Ferrero, noto influencer e creator (560.000 seguaci su Instagram, 1.1 milione su TikTok), ha denunciato con un video caricato sul proprio profilo Instagram la violenza subita alcune ore fa a Milano. Un pugno in un occhio perché omosessuale, ecco il suo racconto:

Ieri sera sono uscito con il mio cane a fare una passeggiata, tre ragazzi mi hanno fermato per chiedermi una sigaretta. Io ho detto che non ce l’avevo, uno di loro mi ha urlato “froc*o!” e io ho risposto perché non ho timore, sono felice di essere quello che sono. Uno però si è girato e mi ha tirato un pugno. Sono rimasto sotto shock, loro tre sono scappati.

Iconize ha raccontato di essere poi salito in casa, di aver chiamato la madre per trovare conforto e di essersi messo a dormire. Questa mattina, tuttavia, ha voluto raccontare tutto l’accaduto per puntare le luci sulle cause e sugli effetti del bullismo. “In un momento come questo, dove diciamo che ci manca stare con gli amici e vedere persone spesso, c’è ancora più odio”, ha scritto Marco nella didascalia del video, aggiungendo poi:

Il bullismo è terribile e i preconcetti ancora di più! SONO STUFO.

Tanti i commenti a sostegno dell’influencer, come quello dell’amica Giulia Salemi, che gli ha riservato parole di sostegno e vicinanza, anche se solo virtuale: “Che schifo… Forza amore mio, esiste il karma e mi auguro che questa gente orrenda paghi per quello che ti ha fatto”. “Da rinchiudere a vita, sei una forza ciccio”, il messaggio di Yuri Pennisi.

What do you think?

0 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Intervista esclusiva ai P.I.T. (Paranormal Investigation Team): ‘Ecco come rispondiamo a chi ci critica’

Corey La Barrie

Corey La Barrie è morto in un incidente nel giorno del suo 25esimo compleanno