in

Iconize, nuova aggressione transomofoba a Milano: ‘Hanno lanciato una sedia in faccia alla mia amica’

Marco Ferrero, conosciuto online come Iconize, e l’amica Federica Bazzacco sono stati aggrediti ieri sera in un noto locale milanese mentre bevevano un drink insieme. A distanza di pochi giorni dall’aggressione che ha subito in strada, mentre portava a spasso il cane, Marco ha subito nuovi attacchi verbali sempre di natura omofoba.

Stando a quanto rivelato sulle Stories di Instagram, mentre loro erano seduti a consumare il cocktail, un ragazzo ha iniziato ad insultarli con offese discriminatorie. Da lì, la reazione di Iconize, che di tutta risposta ha lanciato il drink in faccia all’uomo, ottenendo come risposta una sediata in faccia alla sua amica Federica. Stanotte Marco e la Bazzacco hanno caricato dei video nelle loro Instagram Stories per spiegare l’accaduto, poi cancellati perché registrati in un momento di scarsa lucidità.
Stamattina invece sono arrivate le spiegazioni dal profilo di Iconize, ecco le sue parole:

Non voglio dilungarmi troppo, ieri sera ho caricato dei video dove vi spiegavo che fosse successo! Erano le 2 di notte e sincero avevo bevuto 2/3 cocktail quindi ero a po’ stupidero, cioè ridevo con la mia amica! Non facevo nulla di male! Il tavolo a fianco ha incominciato ad insultare usando sempre quella parola che mi fa venire i brividi, “fro**o“, io però basta, non ci sto più a fare il carino con chi mi insulta. E va anche detto che ha insultato la mia amica, (cheja fatto anni ed anni di operazioni e percorso sia mentale che finisco per riuscire a cambiare il suo sesso).

Ho preso la tonica, la bottiglietta e gliel’ho tirata in faccia, dritta in fronte! So che è sbagliato reagire così, ma sono STUFO! Questo ragazzo (palesemente un povero cogl*one, che l’unica aspirazione di vita è andare ad insultare i gay nei bar, dove puoi sentirti etero davanti ai suoi amici e poi tornare a casa a succ***re le zucchine). Si è alzato, ha preso la sedia e ha beccato la mia amica in faccia! Con una sedia di metallo! Ma ce la fai? Ma cosa dobbiamo fare ancora per cadere più in basso di così? […] Il bello è che il butta fuori che poi ha diviso la situazione non l’ho manco mandato via, quindi ragazzi, davvero io e la mia amica non possiamo bere un cocktail insieme senza essere noi stessi/e e senza essere giudicati da qualcuno?!

Questo è stato il racconto di Iconize, che poi ha allegato anche una foto della sua amica dal volto contuso. Noi ci auguriamo che fatti del genere non avvengano più, che le persone omosessuali e transessuali vengano accettate per ciò che sono e non vengano classificate come “diverse”, perché non lo sono. Siamo tutti uguali!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *