in

Pronomi in inglese nelle bio? Ecco perché si usano su Instagram, TikTok e Twitter!

Avrete sicuramente notato che molte persone sui social (TikTok, Instagram, Twitter) scrivono i pronomi nelle bio. Ma perché lo fanno? I pronomi She/Her, He/Him o They/Them suggeriscono ai follower se devono parlare con te al femminile, al maschile o al neutro, questo per rispettare l’identità di genere. Aggiungere questi elementi nella bio del profilo vuol dire anche evitare misgendering (non usare i pronomi nel modo corretto) e soprattutto ciò permette di interagire nel rispetto del prossimo.

Sostanzialmente si danno così delle indicazioni chiare rispetto a chi sei e a come preferisci comunicare con altre persone su quel determinato social network. A fronte delle diverse polemiche che sono sorte nelle ultime settimane (come quella sui Superetero), è quanto mai fondamentale far attenzione a questi importanti dettagli. Le regole sono quindi quelle basiche: “Lui”, maschile, useremo He/Him. “Lei”, femminile, useremo She/Her. Per il “non binario” invece utilizzeremo They/Them.

Pronomi in inglese nelle bio dei social, quando si usa “They/Them”

Quando l’identità della persone è non-binaria, ovvero che non si riconosce in quelle uniche di uomo e donna, si dovrebbe usare il pronome loro, tuttavia senza declinare anche i verbi. Esistono diverse versioni della forma riflessiva di questo pronome, a volte capita di leggere nelle bio anche themself, theirself, theirselves, ma sono opzioni meno usuali.

Ad ogni modo, proprio questa sembra essere la direzione intrapresa da molti paesi europei e non solo. Come sottolineato dalla BBC, che riporta la notizia del giudice Justice Swift, che ha stabilito che l’Ufficio per le statistiche nazionali (ONS) debba modificare le linee guida per la questione di genere nel prossimo censimento in Inghilterra e Galles. Il 21 marzo, il censimento includerà per la prima volta una domanda sull’identità di genere, oltre alla domanda sul sesso.

Per chi non lo sapesse, questo tipo di censimento si tiene ogni 10 anni e quest’anno in Inghilterra, Galles e Irlanda del Nord sarà condotto prevalentemente online. La Scozia invece lo ha posticipato a quando la pandemia sarà solo un brutto ricordo. Piccoli passi verso una società più inclusiva ed evoluta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *