in

Hasbulla e Abdu Rozik si sono presi a pugni a un evento pubblico: il video diventa virale!

Rissa tra Rozik e Magomedov. Quest’ultimo sferra un calcio a d Abdu!

Hasbulla-Abdu
Hasbulla-Abdu

L’incontro di boxe tra Abdu Rozik, creator e lottatore tagiko (originario del Tagikistan), e Hasbulla Magomedov, anche lui creator e lottatore russo, era atteso da mesi. Ancora sul ring non ci sono saliti, e non sappiamo se ci saliranno mai, ma pochi giorni fa i due si sono presi a pugni. Il tutto è successo dopo l’incontro UFC 267, che vede come lottatori Glover Texeira e Jan Błachowicz (che lottano nella categoria pesi medio-massimi).

Dalle immagini possiamo vedere che ad iniziare il conflitto è stato Hasbulla, il ragazzo che sembra un bambino ma ha 18 anni (qui trovate la sua storia). Con un tono provocatorio, avrebbe fatto cenno ad Abdu (vestito con un completo blu navy) il quale stava a significare che presto sarebbe andato a dormire (“K.O.”). Quest’ultimo non si è spaventato, ma anzi si è preso gioco della minaccia appena ricevuta ed è andato incontro all’avversario.

Fortunatamente tra Hasbulla Magomedov e Abdu Rozik si è messo un uomo in mezzo, che inizialmente è riuscito a dividere i due. Ma con una mossa molto veloce, il lottatore russo è riuscito a dare un calcio al petto di Rozik. La coppia è stata poi nuovamente divisa, ma questo non è bastato per calmare il creator tagiko. Infatti è stato sollevato da terra per non permettergli di rispondere alle provocazioni. Il filmato termina qui, non sappiamo esattamente cosa sia successo dopo.

Sappiamo che i due si trovavano ad Abu Dhabi per sostenere altri lottatori Islam Mackachev e Dan Hooker. E sappiamo che Hasbulla Magomedov sta attirando parecchio l’attenzione su di lui, di fatto molti lottatori hanno mostrato interesse nei suoi confronti tra cui Conor Mcgregor. Ma non mancano le polemiche. C’è anche chi accusa gli organizzatori di questi eventi di “sfruttare” le malattie dei due ragazzi per farci soldi.

[FOTO 1: Instagram; FOTO 2 : Instagram]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *