in

Chi è Grenbaud? Dalla musica al successo su Twitch, ecco quello che sappiamo su di lui

Conosciamo meglio Grenbaud, uno dei principali streamer di Just Chatting in Italia: dagli esordi su YouTube fino alla carriera di cantante

Grenbaud
Grenbaud

Grenbaud, nome d’arte di Simone Buratti, a soli 20 anni è diventato in pochissimo tempo uno degli streamer più popolari e chiacchierati di Twitch Italia. Ma com’è nato il fenomeno Grenbaud? Scopriamolo insieme.

La sua ascesa sul web risale al 2014, su Youtube, con la serie di video Risposte agli insulti, format in cui spiega ai ragazzi come rispondere in manera ironica in caso di bullismo. Da Youtube approda su TikTok, ma è grazie a Twitch che raggiunge l’apice del suo successo.

La sua prima live risale a settembre del 2020 e in pochi mesi scala le classifiche di Twitch Italia, arrivando al terzo posto nella categoria Just Chatting. Il suo segreto? Il cringe humor.

Infatti nel suo format di punto lo vediamo entrare (con un account fake di nome Franco) nelle live Instagram di persone scelte a caso o consigliate dalla chat, dove improvvisa siparietti comici, canzoni, e domande senza senso che mettono a disagio il “malcapitato” di turno e lo spettatore stesso.

Ma proprio a causa di questo format, Grenbaud ha più volte rischiato il ban. Infatti pochi mesi fa entrò in una live di Gaia Bianchi e Gaia Clerici, dove una delle ragazze pronunciò la N-word, proibita su Twitch. Dopo quell’episodio, molti utenti, purtroppo, presero la cosa come un gioco, andando a scrivere nelle chat delle live in cui entrava Grenbaud di pronunciare la N-word, mettendo in difficoltà lo streamer stesso.

Al momento Grenbaud ha dichiarato di essere single, ma il suo prototipo ideale di ragazza è bionda con occhi e carnagione chiara, timida ed educata.

Grenbaud e la musica

Prima di essere streamer, Grenbaud è anche un cantante. Infatti in un’intervista ha detto che:

La passione per la musica nasce da bambino, mi ricordo che scrivevo le prime canzoni su dei fogli di carta e le registravo cantando nel microfono della macchina fotografica, era qualcosa di imbarazzante. Scrivevo senza neanche il beat. Solo parole e tanta fantasia. Poi ho cominciato a scrivere sui beat di YouTube solo quando mi sono appassionato alla musica Rap, lì ho cominciato a stendere i miei primi brani e registrarli in maniera più o meno decente.

Chi è stato il primo a credere in lui? Cris Brave che, dopo aver ascoltato alcuni dei suo pezzi, lo ha messo in contatto l’etichetta discografica Cantieri Sonori (la stessa di Marta Daddato), con cui ha firmato il suo primo contratto discografico.

Chi è Natalia, spalla di Grenbaud?

A gennaio Grenbaud entra in una live Instagram di Natalia Maini, ed è li che nasce la loro amicizia e collaborazione. Infatti la spontaneità e la simpatia di Natalia conquistano subito lo streamer e la chat, così poco dopo la ragazza diventa la spalla ufficiale di Grenbaud, accompagnandolo in molte delle sue live.

[FOTO: Twitch]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *