in

Grenbaud è stato truffato da un utente della sua chat, ecco quanti soldi deve restituire!

Grenbaud è stato costretto a restituire una cospicua somma di denaro che gli era stata donata circa 5 mesi fa. Ecco cosa ha raccontato.

twitch Grenbaud
twitch Grenbaud

Grenbaud è stato costretto a pagare una multa di quasi 2000 euro per colpa di alcune cospicue donazioni. Circa cinque mesi fa uno spettatore decise di donare diverse centinaia di euro allo streamer per un totale di 1600 euro. Dopo questo avvenimento Simone ha avuto alcuni problemi con il suo account PayPal. L’azienda aveva infatti deciso di disattivare il conto visto che era stato creato quando il creator era minorenne. Mentre l’account era bloccato però succedevano delle cose di cui però Grenbaud era all’oscuro. Ecco cosa ha raccontato in live:

Devo pagare 1600 euro di multa che sono i soldi che mi erano stati donati su PayPal 5 mesi fa. Su PayPal mi erano arrivate tante donazioni la quale totale facevano 1600 euro. Io avevo chiamato per rivolvere il problema di PayPal perché mi avevano bloccato l’account perché probabilmente troppe donazioni. Io avevo chiamato PayPal e mi avevano detto che il mio account veniva disattivato perché avevo fatto PayPal quando ero minorenne. Nel mentre questo account PayPal era chiuso stavano succedendo cose. A quanto pare mi erano arrivate delle mail in cui io dovevo rispondere alla contestazione che aveva fatto questa persona riguardo i soldi che mi aveva donato. Se io avessi visto la mail e avessi risposto alla contestazione quei soldi me li sarei tenuti.

Grenbaud, come ha risolto?

Queste email però Simone non le aveva lette visto che stava ignorando quella casella posta perché era collegata ad un account bloccato. In realtà Grenbaud circa un mese fa ha scoperto che avrebbe dovuto restituire quei soldi e aveva parlato via mail con PayPal per capire come risolvere il problema. Dopo quelle mail però il nulla più totale fino all’arrivo di una busta proveniente probabilmente da un’azienda di recupero crediti.

Oggi mi arriva una busta in cui mi dice, tra l’altro di un’azienda che non so che azienda sia di Cologno Monzese. Una multa in cui devo appunto pagare 1685 euro. Tra l’altro lettera spedita a luglio arrivata adesso.

Come andrà a finire la faccenda? La domande più grande resta però: “Quando gli utenti smetteranno di donare soldi per poi richiederli indietro?“. Non è infatti la prima volta che scrivamo di questa situazione che genera sicuramente un forte danno agli streamer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *