Non è affatto un personaggio nato sul web, ma (un po’ come Sandra Marchegiano) il piccolo Giulio de Lo Zecchino d’Oro nel tempo è diventato un’icona sui social. Si tratta di quel bambino che, ormai 25 anni fa, ha dato spettacolo nel programma di Rai 1 con il Cino Tortorella. Alcune sue frasi cult difficili da dimenticare: “Giulio, cosa c’è di bello a Vicenza?“. “I sassi, le luci, Babbo Natale, i coriandoli…“. “È molto lontana l’Islanda, è vicino a Padova“. “Bologna è lontano da Vicenza, non si può arrivare in macchina, c’è troppo traffico in autostrada e dobbiamo sorpassare tutte le macchine“.

Era il 1994. Giulio, che all’anagrafe si chiama Giulio Bortolaso, aveva quattro anni ed era il “co-conduttore” de Lo Zecchino assieme alla sorella. Oggi? Giulio ha 28 anni, ha studiato lingue prima alla Ca’ Foscari di Venezia, poi alla SOAS (School of Oriental and African Studies) a Londra. Oggi vive e lavora all’estero. No, non in Islanda, ma a Shangai.

Giulio non ha perso l’occasione per ricordare il passato e mettersi in gioco in maniera ironica e intelligente. Addirittura a giugno di un anno fa ha partecipato a una serata in provincia di Treviso dove sono stati mostrato i vecchi video e dove è stato accolto da un’ovazione. Il video è stato caricato su una pagina Facebook, forse gestita dallo stesso Giulio.

Giulio de Lo Zecchino d’Oro oggi

A Il Giornale di Vicenza ha dichiarato:

“Non sono una persona particolarmente “social” e quindi non sono intervenuto sui vari post. Più che altro sono rimasto a guardare con incredulità la velocità di diffusione. La cosa più sorprendente però è stata essere stato contattato da persone sconosciute e da molte persone con cui non avevo contatti da diverso tempo. Da dove sbuca il video? Rimane ancora un mistero, la prima condivisione su Fb pare sia di una persona a me totalmente sconosciuta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *