in

La carta di Giulia Ottorini è stata clonata per colpa di un TikTok? La polizia interviene e smentisce!

Giulia Ottorini ha raccontato su TikTok che le hanno clonato la carta per colpa di un video. Interviene la Polizia!

Giulia Ottorini carta
Giulia Ottorini carta

Giulia Ottorini è stata vittima di uno spiacevole episodio. La sua carta di credito è stata clonata (cioè è stata replicata e le sono stati sottratti dei soldi, ovviamente in maniera illegale), ma come è successo? Secondo lei, tutto sarebbe nato per colpa di un video (lo trovate qui) in cui mostrava il pagamento di un pedaggio autostradale. Senza pensarci su due volte, Giulia ha mostrato la carta mentre veniva inserita all’interno della fessura del casello autostradale e, sempre secondo lei, qualcuno sarebbe così riuscito a rubarle i codici e poi i soldi.

Tuttavia, questa versione è stata smentita dalla Polizia Di Stato. Fanpage.it ha contattato Massimiliano Mormone, il vice questore aggiunto della Polizia di Stato che presta servizio come vice dirigente della polizia postale di Napoli, che ha visto il video della Ottorini. Ecco cosa ha detto: “È improbabile che le abbiano clonato la carta con il video su TikTok. È più probabile invece che l’abbia inserito in qualche Pos dove è stata clonata oppure che qualche commesso abbia fatto una fotografia fronte retro della carta”. Quello che non si vede nel video, scrive sempre Fanpage, è il codice di sicurezza cioè il numero di tre cifre sul retro richiesto in tutti i pagamenti online. Per questo sarebbe impossibile che sia successo per colpa di un TikTok.

Indice

Giulia Ottorini ha raccontato l’episodio: “Forse per colpa di un TikTok”

Dieci giorni dopo quel video, tuttavia, effettivamente la carta di Giulia Ottorini è stata bloccata. Non capendo cosa fosse successo, Giulia ha chiamato l’assistenza che le ha risposto che stava sbagliando il PIN troppe volte. Cosa che ovviamente non era successa. Così la ragazza si è fatta spiegare come sbloccare la carta e, a sorpresa, si è ritrovata con molteplici pagamenti fatti mentre lei stava dormendo. Più di mille euro sono stati spesi anche su Amazon.

Giulia ha avvertito chi le ha clonato la carta, dicendo che è facilmente rintracciabile e non può utilizzarla più in alcun modo dal momento che la carta non esiste più. La ragazza ha poi concluso il video facendo una raccomandazione a tutti i suoi followers:

Morale, ora io non so se il Tiktok è stata la diretta causa di ciò che è successo oppure me l’hanno clonata da un’altra parte però state attenti perché queste cose purtroppo succedono! 

[FOTO: Tiktok]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.