in

Perché Gianmarco Rottaro è andato da Marta Losito durante la quarantena? Loro spiegano tutto

Finalmente Gianmarco Rottaro ha spiegato lo “scopo sociale” del suo trasferimento da Milano a Treviso per raggiungere la fidanzata Marta Losito durante la quarantena. La scelta dei due tiktoker aveva creato un grande dibattito nei giorni scorsi sui social, tant’è che su Twitter era diventato di tendenza l’hashtag #MartaLositoIsOverParty.

Marta e Gianmarco, che negli ultimi giorni hanno festeggiato i 4 mesi di fidanzamento insieme, hanno spiegato:

“Come sapete noi siamo degli influencer piccolini che comunicano ogni giorno con tante persone. Oltre al divertimento, secondo noi è giusto utilizzare qusto potere per poter arrivare a più persone possibili e diffondere questi messaggi a più persone possibili. Siamo felicissimi di poter dare una mano. E’ solo un modo per aiutare l’Italia in questo momento”.

Lo “scopo sociale” del trasferimento di Gianmarco Rottaro

Lo “scopo sociale” di Gianmarco Rottaro e Marta Losito è un video dove i due influencer chiedono ai loro fan di sostenere alcune iniziative benefiche. Come Condividere Unisce di Haribo (“Per ogni post il brand donerà 5 euro all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo”), il crowdfounding di Fenice Accadey e quello della Crocerossa di Aprilia, la città di Gianmarco Rottaro. In più, il ricavato della monetizzazione del video andrà in beneficenza “alle varie associazioni che si occipano di aiutare la situazione del Coronavirus in Italia“.

“Noi prima di essere influencer siamo persone umane. Possiamo sbagliare o fare del bene. Dato che abbiamo questo potere abbiamo deciso di sfruttarlo al meglio. Volevamo ricordare che non siamo perfetti. E’ vero che comunichiamo ogni giorno la nostra vita sui social, ma non siamo perfetti. Si può sbagliare e dagli sbagli si impara”, hanno detto Gianmarco e Marta. Una frase che è sembrata una risposta alle polemiche di questi giorni.

L’iniziativa è interessante e lodevole. Ma, scusateci, resta solo un’ultima domanda: era così necessario trasferirsi da Milano a Treviso per realizzare questo video? In un periodo in cui anche le grandi star della musica o della televisione rimangono nelle loro case e partecipano a concerti a distanza, non avrebbero potuto organizzare anche il video in maniera diversa?

https://www.youtube.com/watch?v=wYVxtcnLyMU

2 Comments

Leave a Reply

2 Pings & Trackbacks

  1. Pingback:

  2. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *