in

Gianmarco Rottaro difende la storia con Marta Losito dagli hater, lo sfogo su Instagram

Gianmarco Rottaro contro gli hater
Gianmarco Rottaro contro gli hater

Gianmarco Rottaro non ci sta. Dopo settimane e settimane di commenti offensivi, nascita di pagine di hating e critiche pesanti contro di lui e la fidanzata Marta Losito, il ragazzo ha deciso di dire la sua con un lungo messaggio sulle proprie Stories di Instagram. Parecchi, infatti, non apprezzano la relazione fra i due, ancora presi dalla storia di Marta con Valerio Mazzei.

Ecco il commento di Gianmarco Rottaro:

Io non mi arrabbio, anzi non pensate che io gli stia dando importanza in questo momento. Ma voglio far vedere alle persone che mi seguono e anche ai miei colleghi influencer a quanto odio c’è in giro. E chissà dietro questo pagine che ragazzino o che adulto magari ci sta che non dà peso a quello che scrive a quello che fa. Solamente per seguire la massa. E parlo di massa perché sul web la maggior parte delle volte funziona così. Non si parla più ragionando, ma si parla per non essere esclusi o attaccati e andando dalla parte di chi è favore.

Gianmarco Rottaro, lo sfogo contro gli hater e i colleghi scorretti: “Ormai è una gara a chi fa più likes”

Il creator di Aprilia ha poi continuato il discorso, ripercorrendo la sua storia su TikTok e sfogandosi pienamente, liberandosi di più di qualche sassolino dalla scarpa:

Sinceramente quando ho iniziato tutto ciò su TikTok, tutta questa massa d’odio non c’era. E si è creata con il tempo attraverso tutte quelle persone che non portavano contenuti ma prese in giro riguardo i contenuti degli altri. Prima eravamo 20-30-40 “tiktokers”, chiamateci come vi pare, che hanno sempre portato i propri contenuti a modo proprio e si rispettavano come tuttora, sempre. Adesso è una gara a chi diventa il tiktoker famoso. A chi guadagna più followers e a chi fa più likes. Non ci sta più rispetto nel commentare o a dare importanza al commento che si fa. […] “Eh ma sono le regole di quando sei un personaggio pubblico” e dove sono scritte queste regole? Perché non possiamo cambiarle ed educare il web ad essere un posto civile in cui ci si rispetta gli uni con gli altri? In cui invece di odiare quando qualcuno sbaglia si educa a non farlo sbagliare più? A insegnare alle persone che si seguono che insultarsi tra i fandom non serve ed è brutto, perché ognuno è libero di seguire e ammirare chi gli piace? Perché per una volta non possiamo fare quel passo che faccia star bene tutti facendo capire anche agli adulti che è un posto davvero bello quello in cui ci rifugiamo? Siamo noi che decidiamo le regole del web. E siamo noi che possiamo trasformare questo ambiente in qualcosa di bello e tranquillo.

Infine, prima di ringraziare le fan-page che lo supportano con video edit e pensieri pieni di affetto, ha voluto dedicare un messaggio a tutti coloro che criticano la sua storia con Marta:

Se la vostra felicità dipende dal fatto che ci dobbiamo lasciare, mi dispiace per voi, ma sarete infelici per un tempo davvero lungo, forse illimitato. Quando leggo questoecose, mi rendo conto di quanto sia davvero poco interessante la vostra vita nel momento in cui la vostra felicità dipende dal fatto che si debbano lasciare due persone che non conoscete nemmeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *