in

Emily Pallini risponde a Gaia Clerici e Gioia Guidolotti, favorevoli a FaceApp: ecco cosa ha detto

Emily Pallini pubblica una foto senza filtri, per schierarsi contro la tossicità di FaceApp. Gaia Clerici non è d’accordo. La creator della DefHouse replica.

Emily Pallini e Gaia Clerici
Emily Pallini e Gaia Clerici

Emily Pallini torna a parlare dell’utilizzo di FaceApp, dopo che Gaia Clerici e Gioia Guidolotti si sono schierate a favore, sostenendo che non ci sia nulla di male ad utilizzarlo, sempre se chi lo usa non lo faccia perché non si accetta. Rispondendo ad una domanda diretta nelle Storie Instagram la creator della Defhouse spegne sul nascere qualsiasi polemica:

Se una persona vuole usarlo può farlo senza doversi giustificare. Se una persona non vuole modificarsi, può non farlo. Ognuno è libero. Io vi ho dato la mia opinione. Stop.

Gaia Clerici non è d’accordo con quello che ha detto Emily Pallini sui filtri: “Non ho nulla contro di lei ma…”

Articolo 9 maggio 2022 – Filtri vs realtà? È la nuova polemica del giorno! Tutto è partito da Emily Pallini che ha pubblicato sui suoi social due foto molto simili di se stessa. Nella prima aveva usato qualche effetto mentre nella seconda era davvero lei senza trucchi e senza inganni. “Ero quella che sarei voluta essere, non quella che ero. È una liberazione non sentirmi più in dovere di sembrare impeccabile” ha commentato la ragazza. Subito questo argomento ha fatto il giro del web ed è stata commentata da diverse persone, tra cui proprio alcuni suoi colleghi creator, per esempio Gaia Clerici.

Emily Pallini ha lanciato un bel messaggio: a volte, non usare filtri ed effetti permette di avere maggiore forza e sicurezza in se stessi. C’è però chi non è d’accordo. Tramite le Storie di Instagram, Gaia Clerici ha espresso i suoi dubbi e le sue perplessità al riguardo. Ecco che cosa ha scritto:

Non capisco perché bisogna far diventare a tutti i costi quello che si fa come un “messaggio”. Adesso sto parlando di questo caso specifico ma non è la prima volta che vedo parlare di Faceapp in questa maniera. La fotografia in generale da sempre viene editata, ovvio che si può fare male e bene. Faceapp è un mezzo molto comodo e veloce per farlo. Ovvio che come tutto va usato BENE (quindi non appiccicarsi la faccia di qualcun’altra); bensì Faceapp riesce a dare una luce al volto che non si può avere sempre. (Tutte le ragazze che lo usano saranno d’accordo con me che quando vanno al mare o in montagna o comunque c’è un sole strepitoso non ne hanno proprio bisogno).

Ma parlare di Faceapp come cosa da cui disintossicarsi lo trovo davvero too much soprattutto quando “quando lo usavi” non dicevi nulla a nessuno e ora probabilmente sia più “in” fare le ragazze “no filter” non lo trovo troppo sensato. Perché comunque la mattina ci trucchiamo correggendo le nostre imperfezioni, giusto?! A tutte non piace averle, giusto?! Se una ragazza decide di accettarsi anche senza trucco bella per lei! Ma non è che diventa sbagliata quella che si trucca, capite che voglio dire? Credo anzi che sia giusto (il mio personale pensiero, poi ognuno la pensi come più gli pare) insegnare alle ragazze a usare Faceapp nella maniera più corretta per avere delle belle foto da pubblicare sempre (cosa che alla fine a tutte fa piacere e ripeto siamo tutte brave a nascondere il fatto che lo utilizziamo ma quando smettiamo lo sbandieriamo al mondo).

Gaia Clerici ci ha poi tenuto a specificare che non ha nulla contro Emily Pallini. Si tratta di un pensiero basato solo sul suo ragionamento:

Soprattutto quando sei una figa uguale, ci fosse una gran differenza in questo prima e dopo. Possiamo parlare di tossicità nel modificare le foto, veramente non accettarsi, ma qua siamo davanti a un classico perbenismo poco utile.

[FOTO: TikTok]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.