in

“Era il mio autista, ora sta facendo un ottimo lavoro: quando hai tanto nella vita, devi anche restituire”: ecco cosa c’è dietro il mondo dei social!

Francesco Facchinetti parla di Eugenio Scotto, suo autista e ora imprenditore di successo nel mondo dei social e dello spettacolo!

Eugenio Scotto
Eugenio Scotto

Spesso si pensa che la vita di chi lavora con e per i social sia fatta solo di stelle e di fortuna. Non è così, è un lavoro a tutti gli effetti, fatto di fatica, sudore, rischi e scommesse, che non sempre vanno a buon fine. Lo sa bene Francesco Facchinetti, manager di molte star dei social (per dirne due, Mariasole Pollio e Alice De Bortoli), creative director e co-founder dell’agenzia Newco Mgmt. L’imprenditore, che più volte nella sua carriera si è reinventato e rimesso in gioco, ha voluto raccontare oggi una storia di successo, quella di Eugenio Scotto.

Eugenio Scotto è attualmente uno dei più noti talent scout italiani nel campo dei social, fondatore dell’agenzia One Shot che segue alcune dei creator e degli influencer più noti e amati: da Elisa Maino e Marta Losito, passando per i fenomeni del momento come Mattia Stanga e Rametta. Prima di aprire un’agenzia tutta sua, Eugenio Scotto ha fatto lunghi anni di gavetta, che Francesco Facchinetti ha ripercorso con grande orgoglio:

È stato il mio primo fan, appena avevo fatto La Canzone del Capitano sono arrivato a Reggio Calabria per un concerto con RTL. Il primo a riconoscermi fu lui, due anni dopo avevo bisogno di un autista e lo chiamai, da Reggio Calabria è arrivato a Milano e ha fatto tutta la scalata: da autista a personal assistant, a responsabile di progetto fino a socio su tante cose. Insieme abbiamo messo le basi sul nuovo mondo manageriale artistico italiano, dopo 10 anni di lavoro insieme ha deciso di fondare la sua azienda. […] Quando faceva l’autista guidava una Bentley GT Continental viola, oggi è riuscito a comprarsene una, anche se non viola: bravo!

Francesco Facchinetti: “Sono sempre stato interessato alla materia umana”

“Sono tanti i ragazzi che hanno collaborato con me e che sono riusciti a realizzare i loro sogni. Quando hai tanto nella vita, devi anche restituire. Un po’ di sano mecenatismo è sempre giusto”, ha rivelato Francesco Facchinetti, entusiasta per la storia quasi all’americana dell’assistente diventato imprenditore. “Mi è sempre piaciuto tirare il massimo dalle persone, Eugenio non è l’unico, sono sempre stato interessato alla materia umana, punta sugli altri e sarai sempre felice”, ha sottolineato l’imprenditore. Che è sicuro che anche Eugenio Scotto abbia imparato la lezione:

Puoi fare da zero a mille. Sono sicuro che farà la stessa cosa con altri ragazzi che troverà, per questo non sopporto gli imprenditori che non trovano delfini, che non si concentrano sugli altri e di crescere dei fuoriclasse. E invece è giusto aiutare gli altri e trovare dei campioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *