in

Fedez contro Esse Magazine per l’intervista mai pubblicata: cosa aveva detto? E cos’è successo?

Fedez contro Esse Magazine: cos’è successo all’intervista mai pubblicata dalla rivista? Intervengono Antonio Dikele e, successivamente, il rapper.

Fedez Esse Magazine
Fedez Esse Magazine

Nelle ultime ore si è riaccesa la polemica tra Fedez ed Esse Magazine, la celebre rivista musicale digitale diretta da Antonio Dikele Distefano. Il rapper ha pubblicato alcune storie su Instagram per parlare dell’intervista realizzata in teatro e mai pubblicata. Andiamo con ordine e ricostruiamo la vicenda.

Alcuni mesi fa Antonio Dikele decide di intervistare il rapper in un teatro. Le domande vertono sul mondo del rap, sul suo rapporto con gli altri cantanti da Fabri Fibra a Guè Pequeno, da J Ax a Sefra Ebbasta, ma anche sulla vita di Fedez. Così pare dai video amatoriali realizzati dai presenti in sala, perché di fatto la rivista non fa uscire l’intervista. C’è chi sostiene che a bloccare la pubblicazione sia stato Federico Lucia e chi sostiene che sia stato il direttore del magazine, dato che il confronto si era interrotto bruscamente, senza i saluti di rito, quando Fedez gli aveva fatto notare di avergli chiesto di tutti, tranne che “del rapper con cui lavora” (chiaro riferimento a Marracash). La polemica monta sui social e si parla di censura.

@exclusivemagazine

Spuntano nuovi video, questa volta la versione integrale della conclusione dell’intervista a Fedez. Credits: @battiscopa

♬ suono originale – Exclusivemagazine

Oggi Dikele torna sull’argomento, smentisce qualsiasi tipo di censura e spiega che la decisione di non farla uscire è stata presa di comune accordo con l’artista. Passa un’ora e Fedez decide di replicare alle parole del direttore di Esse Magazine, spiega la sua posizione e dà tutta la responsabilità della mancata pubblicazione a lui:

Parliamo di Esse Magazine e di di Dikele. Io fino ad ora non ho parlato perché lo ritenevo superfluo, ma a quanto pare non è così. Per chi non lo sapesse io ho fatto un’intervista qualche mese fa in un teatro per quello che dovrebbe essere un magazine che parla di musica, per parlare del mio disco. Invece da come avete potuto vedere, per chi ha visto gli spezzoni, è stata una mini imboscata, un tentativo goffo di farmi un’inquisizione, non riuscita, e subito dopo avevo richiesto di pubblicare l’intervista senza tagli, senza editing, rispettando l’ordine cronologico degli eventi, con una scadenza. Scadenza che Dikele non ha rispettato e non si capisce il motivo visto che non doveva fare nulla al video. In più mi arriva un video dove gli eventi cronologici non sono stati rispettati quindi sono stati spostati.

Per farla breve, Antonio Dikele, il magazine è tuo, chi ha deciso di non pubblicare l’intervista sei tu. A me non me ne è mai fregato nulla. Sia che la pubblichi sia che non la pubblichi, facci quello che vuoi, perché per me quello che hai fatto è mer*a. Sostanzialmente. Quindi per me se vuoi farci dei murales con la mer*a o se vuoi tirare lo sciacquone a me la vita non mi cambia.

Al contrario io credo sia abbastanza utile questa intervista per far capire ai vostri lettori che cos’è realmente Esse Magazine. Non è solo un magazine che parla di musica, è una pagina il cui proprietario è a libro paga di alcuni artisti, quindi totalmente asservito a loro, e lo stesso proprietario cerca di riversare le sue simpatie e le sue antipatie per cercare di o buttare mer*a o di elogiare in maniera imprescindibile altri artisti. Questo siete stati in passato, questi siete oggi e non dubito che continuerete ad esserlo anche domani. Quindi caro Dikele, continua così campione, fai quello che vuoi. Se però cercavi di sputtanarmi, una sola cosa: almeno il teatro potevi pagartelo tu e non fartelo pagare dalla mia discografica.

@exclusivemagazine

Il duro sfogo di #Fedez fatto poco fa nelle sue stories contro #Dikele ed #EsseMagazine

♬ suono originale – Exclusivemagazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.