in

Lo sapevate che Federico Felletti da piccolo è stato protagonista di una famosa pubblicità? Ecco quale!

In passato Federico Felletti ha recitato nella pubblicità degli Skifidol

Federico Felletti
Federico Felletti

Federico Felletti, il giovane creator che si occupa di video e musica, ha raccontato sulle storie Instagram un retroscena molto interessante sulla sua vita. Quando aveva circa 12 anni è stato scelto per recitare in una pubblicità molto conosciuta: quella degli Skifidol. Ve lo ricordate? Lui esclamava quella celebre frase Mani in alto, questa è una rapina!. Da qui è arrivata un’ondata di popolarità alle scuole medie, tutti lo fermavano ripetendogli quelle parole:

Avevo circa 11, 12 anni ed ero un bambino normalissimo, come tanti, quando arrivò la proposta di recitare in quella pubblicità. Io accettai e mi ricordo che una volta uscita, nei corridoi della scuola mi fermavano e mi urlavano: “Mani in alto, questa è una rapina!”

Il creator, poi, ha fatto spiegare dalla madre come è avvenuto tutto. Lei, doppiatrice, gli ha proposto questa opportunità e sul set subito sono rimasti stupefatti dalla naturalezza con cui il figlio si poneva di fronte al ruolo. Si era anche divertito, quindi nessuno aveva dubbi! Federico Felletti ha anche ricevuto un compenso (con il quale si era comprato un iPhone 8) e, come già anticipato, molta fama! Ecco quanto ha detto la mamma:

Io lavoravo per una casa di produzione, dovevano fare questo spot e cercavano un bambino della tua età. Ti videro e ti vollero assolutamente. Andasti sul set e loro rimasero impressionati dalla tua naturalezza, ti eri divertito moltissimo. Ti aprii gli occhi su un certo mondo. Avevi acquisito una certa notorietà, sì, ti avevano pagato.

Che bella esperienza! E voi, lo avevate riconosciuto? Certo è che, chi lo aveva selezionato, aveva capito da subito che Federico era adatto a questo mondo. Anche la mamma, probabilmente, se n’era resa conto dal principio e non si era sbagliata! Poi immaginate lui alle medie: super famoso tra i corridoi della scuola! Vi lasciamo qui sotto il reel postato da Felletti, in cui spiega tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.