in

Come ha iniziato a fare lo youtuber Favij? Il racconto nel Salotto della valle

Favij Space Valley
Favij Space Valley

Favij, lo youtuber più seguito d’Italia, ha raccontato la sua carriera di creator dagli esordi ad oggi nel Salotto della Valle. Il team Space Valley lo intervistato chiedendogli degli esordi. Lorenzo Ostuni ha raccontato:

Sono su YouTube dal 2007, però non facevo video da youtuber. Mettevo video del mio acquario. C’erano dei video dove ballavo la tech tonic, che poi ho tolto. Ho tolto anche quelli dell’acquario. Li ho completamente tolti, perché mi cagavo sotto dei copyright alle volte.

Il primo canale di Favij non era quello attuale, ma Lori60056:

Il mio primo canale si chiama Lori60056. Era più lungo del nome. Quando io mi sono iscritto a YouTube mi diceva che Lori era già stato preso e mi ha suggerito il nome. Invece di dirgli “No, mi fa schifo”, l’ho preso.

Come è passato dagli acquari al suo canale? Grazie a due amici a scuola:

Facevamo un gameplay in tre, però senza videocamera. Quando ho aperto il mio canale facevo anche quella cosa lì. Poi uno si è rotto le scatole e ha smesso, mentre l’altro è stato bocciato a scuola e ci siamo un po’ staccati. Siamo sempre amici. Con uno faccio un podcast sul mio canale la mattina.

Quando ha aperto il suo canale in Italia i più seguiti erano Frank Matano Games, Yotobi e Willwoosh. Inizialmente il suo canale cresceva in maniera regolare, poi è esploso:

Non ho mai avuto dei momenti di down sul mio canale. Sono sempre cresciuto… da 10.000 sono diventati 20.000, poi 100.000, poi 1 milione. Pensavo al traguardo raggiunto e pensavo a quello successivo, ma non volevo arrivare lì. Se mi avessero chiesto all’inizio a quanto avrei voluto arrivare, avrei detto 10.000, forse 20.000, perché sul primo canale ne avevo 5.000.

Favij non sente la responsabilità di essere primo e aggiunge:

Se non si vedessero gli iscritti di un canale sarebbe più figo perché tutti in qualche modo non seguirebbero una persona perché è seguita, ma perché magari c’è della qualità nei contenuti.

Lui e altre icone italiane di YouTube si trovano ancora oggi a dover educare la stampa:

Devo ancora cercare di spiegare cosa facciamo, perché poi magari fanno il servizio a Le Iene dove mostrano che fai tot soldi per giocare alla Playstation. E’ vero, ma sei ignorante, perché non sai cosa c’è dietro.

Il problema è generazionale:

Chi vuole non capire, continua a non capire.

Cosa gli ha tolto diventare uno youtuber famoso?

La libertà di andare a prendere un gelato senza essere fermato ottanta volta. E’ sempre piacevole, perché tanta gente condivide quello che fai e ti apprezza, però se hai un impegno di lavoro o devi uscire con una ragazza diventa difficile. Lo è maggiormente se sei una persona timida e io lo sono.

Favij assicura di non aver potere decisionale sui contenuti di YouTube e, riguardo la fine della piattaforma dice:

Non mi sono mai soffermato su questa cosa, perché non mi interessa molto il futuro della piattaforma, quanto il futuro della mia persona. Finché YouTube funziona va bene. Un domani non è che mi lancio da un balcone se finisce. In caso un domani faccio altro. Spero che sia YouTube, perché ci sono nato e mi trovo bene, anche se ogni tanto ci fa penare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *