in

Favij racconta la sua quarantena: “Ecco in che modo la mia vita è cambiata a causa del Coronavirus”

Favij, come vi avevamo raccontato qui su Webboh, è uno degli youtuber che hanno deciso di aderire all’iniziativa #iomidivertoacasa. Stiamo parlando di un progetto molto importante promosso da alcune celebrità per convincere i più giovani a rimanere a casa, in questa difficile epoca di Coronavirus.

Insieme a Favij, vi ricordiamo, troviamo uniti in questa “battaglia” anche i colleghi Favij, LaSabri, i Mates, JackNobile, Danny Lazzarin, Giulia Penna e La Coppia Che Scoppia. Tutti insieme, nei prossimi giorni, caricheranno sui loro rispettivi canali dei contenuti ad hoc adatti al periodo della quarantena. Per passare un po’ il tempo e farci dimenticare di quello che sta accadendo là fuori.

favij

Ma, nel concreto, cosa sta facendo Favij in questo periodo?

Lorenzo Ostuni, che com’è ovvio lavora moltissimo da casa e davanti al computer, ha dichiarato in una recente intervista che la sua vita, nel concreto, non è poi cambiata molto. Ecco un estratto delle sue dichiarazioni al Corriere dello Sport.

Non è cambiato molto, se devo essere sincero. Me la vivo in modo super tranquillo. Sai, la mia giornata tipo consiste nel lavorare al 70% al computer. Certamente lavorare in un contesto dove tutti sono tranquilli è meglio, ma in un momento come questo bisogna sforzarsi di pensare alle piccole cose positive, credo che il tempo guarisca tutto.

Nel concreto, insomma, l’impatto del Coronavirus non è stato così devastante sulla vita di Favij, che tuttavia, come molti, si è perso un’occasione che attendeva ormai da diverso tempo:

Ho rinunciato ad un viaggio in Thailandia che avevo programmato da tempo. Lo aspettavo da un anno. Pazienza, ci andrò più avanti.

Il gamer, infine, ha voluto concludere l’intervista con un messaggio ai suoi follower molto importante che ci sentiamo in dovere di riportare, perché vale sempre la pena di ribadirlo:

Continuate a divertirvi, ma in casa. Sapete voi benissimo come fare. E magari cercate di trasmettere un po’ di serenità ai vostri genitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *