in

Esa Cristini ha lasciato la scuola dopo Il Collegio: “Colpa dei bulli, ormai era una tortura” – il suo racconto

Esa Cristini
Esa Cristini

“Nessuno si interessa a me e mi chiede come sto realmente”. È un grido quello di Esa Cristini, protagonista dell’ultima stagione de Il Collegio, che a poche ore dalla celebrazione della Giornata Mondiale contro il Bullismo e il Cyberbullismo ha voluto raccontare la sua storia. Non solo rose e fiori per chi ottiene popolarità con la televisione, ma anche momenti di buio che portano a scelte e considerazioni importanti.

“Ho tantissime persone che mi seguono, mi supportano e mi vogliono bene. Molte persone si interessano a ciò che ho fatto e mi riempiono di domande riguardanti a Il Collegio”, ha rivelato Esa, confessando però di aver patito la furia dei bulli. Ecco il suo racconto drammatico, pubblicato su TikTok tramite il trend di The Greatest Show:

Dei ragazzi iniziano a prendermi in giro davanti ai loro amici, a urlarmi addosso, a insultarmi, lasciandomi indifesa e debole. Una ragazza della mia scuola fa girare un audio dove inventa cose mie e sulla mia famiglia terribile, e l’audio in questione arriva fino a Roma.

Esa Cristini ha poi confessato che questo carico di preoccupazione ha rappresentato un freno alla sua carriera scolastica, ora in stand-by:

Iniziano a venirmi frequenti atttacchi di panico. Non riuscivo più ad andare a scuola perché stava diventando una tortura, così ho dovuto cambiare. Fino a settembre 2021 non posso tornare a scuola.

Forza Esa, arriveranno momenti migliori!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *