in

Diego Lazzari è stato a casa di Elisa Maino? Lei rompe il silenzio e dice la sua

Recentemente Diego Lazzari è stato a casa di Elisa Maino, la sua ex fidanzato, con cui si è visto qualche sera fa per una cena? Sì, secondo le pagine di gossip: infatti ieri Diego ha pubblicato un video su TikTok (questo) da quella che sembra essere a tutti gli effetti la casa di Ely. La curiosità dei loro followers è a mille: Diego ed Elisa sono davvero tornati insieme? Sono solo amici? Si stanno frequentando o si stanno vedendo per motivi di lavoro (ricordiamoci che fanno parte della stessa agenzia, la One Shot).

Ma Elisa Maino cosa dice di tutto ciò? Oggi la tiktoker è intervenuta su RdsNext all’interno del programma Meet & Greet, dove è stata intervistata da Jason Gagliani. Ecco cosa ha detto:

“Hanno ricostruito la casa da qualche parte. Hanno ricostruito una scenografia. Chi avrebbe avuto quest’idea? Non lo so, lo chiederemo. Allora di base non sentirete mai dire nulla di questa storia. Penso che sia una cosa molto personale. Appena succede qualcosa si creano litighi tra persone e faide che non fanno bene, a me soprattutto. Per quanto riguarda l’amore e il resto, tra me e Diego è stato bello: se ci sarà qualcosa, non ve lo dirò. Ve lo chiedo per piacere: basta chiedere. Anche se fosse, a voi non cambia.

Non rimpiango le scelte fatte: io e Diego ci voliamo bene. Ci troviamo bene insieme. Per quanto riguarda dettagli eccetera preferisco tenerli per me. Poi me li rovinano. Anche la foto dal parrucchiere: che ne sapete, se eravamo lì . Per quanti castelli voi possiate farvi, non è mai come pensate voi”.

Insomma, Elisa ha deciso di non condividere in maniera ossessiva la sua vita. Rispettiamo la sua scelta! 🙂

What do you think?

0 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sophia Campana, stop al matrimonio con Christian Grillo: “Ho capito di non essere pronta” – video

Carimadituttoedipiù dice addio alle parolacce nei video: “Non posso più permettermelo” – ecco perché