in

Denis Dosio ospite a Pomeriggio 5 racconta la sua aggressione: “Mi hanno spaccato un bicchiere in faccia” – Video

“Mi hanno spaccato un bicchiere in faccia!”. Questo il titolo SHOCK proposto dalla redazione di Pomeriggio 5 di Barbara d’Urso nel pomeriggio di oggi, 25 settembre. Il motivo? Nel corso della puntata appena andata in onda è tornato ospite il tanto chiacchierato Denis Dosio, che a Barbarella ha raccontato la sua più recente disavventura.

Come vi avevamo raccontato qui su Webboh, qualche settimana fa Denis Dosio aveva denunciato di essere stato vittima di un’aggressione. A supporto della sua tesi, online, era a questo proposito apparso un video nel quale abbiamo assistito ad una scena ai limiti dell’imbarazzante, da tutti i punti di vista.

denis dosio
Denis Dosio ospite di Barbara d’Urso lo scorso 30 maggio.

Nella clip apparsa online si vede Dosio chiuso da un gruppo di ragazzi nel bagno di un locale. Il giovane Instagrammer cerca di sfondare la porta, per liberarsi, ma qualcosa non quadra. C’è infatti una seconda parte del video nella quale lo vediamo intento a scattarsi un selfie con un fan. Tutto questo ha ovviamente portato la gente a pensare che l’aggressione fosse stata finta e orchestrata ad hoc.

A Barbara d’Urso, Denis Dosio ha raccontato i dettagli della vicenda, spiegando di essersi provocato una ferita a causa del lancio di un bicchiere, mettendo poi in mezzo alla vicenda (davanti ad una D’urso piuttosto confusa) anche Trash Italiano e Tommaso Zorzi. Anche questi ultimi due, fra l’altro, l’instagrammer ha concesso un’intervista in tempi non sospetti.

Qui sotto trovate uno stralcio dell’intervista (a tratti un po’ assurda) di Denis Dosio a Pomeriggio 5 del 25 settembre.

Una curiosità: fra gli ospiti speciali del pomeriggio d’ursiano di quest’oggi non c’è stato soltanto spazio per Dosio. Barbara d’Urso ha infatti accolto in trasmissione anche La Diva del Tubo e “Le Calippe” , le due ragazze Ostia diventate celebri per un’intervista di qualche anno fa diventata virale online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *