in

Defhouse, quali sono le regole? Non possono uscire quando vogliono? Parla il manager della Casa!

I ragazzi della DefHouse non sono liberi di uscire quando vogliono? Quali sono le regole della Casa? Parla il manager!

DefHouse
DefHouse

Vi ricordate quando si era diffusa la voce che i componenti della DefHouse non fossero liberi di uscire di Casa quando volevano?! All’epoca la notizia era stata ampiamente smentita dai diretti interessati. “Troppa gente usa la lingua italiana per dire ca*ate. Vi pare normale guys?“, aveva detto Yusuf. “Se questa è una prigione, voglio l’ergastolo. Buona serata ahahah“, era stata la risposta ironica di Donadoni. Chiaramente nessuno aveva mai parlato di prigioni, ma Barbara Marocco si era limitata a riportare delle presunte regole più che legittime.

E’ proprio il “Boss” della DefHouse a svelare quali sono le vere regole della Casa. Intervistato dal quotidiano Repubblica, ecco cosa ha detto Luca Casadei:

“I ragazzi possono uscire, ma devono dire quando tornano e dove vanno: hanno degli impegni da rispettare”.

Non finisce qui. Per poter vivere nella DefHouse ci sono regole e impegni da rispettare. Per loro è un lavoro, e come tutti i lavori ci sono delle scadenze:

Ognuno deve riordinare la camera in maniera perfetta entro le 10 del mattino poi, a turno, due persone ogni giorno si occupano dei pasti“, ha aggiunto il “manager”.

Secondo quanto raccontato dal giornale, la “Defhouse non è un parco giochi per ragazzini che amano essere al centro dell’attenzione“. Al suo interno, si legge, ci sono corsi di educazione finanziaria, si discute di politica e di attualità.

Defhouse Simone Berlini e Tommaso Donadoni
Defhouse Simone Berlini e Tommaso Donadoni

Defhouse, i componenti rispondono con ironia a chi dice che non possano uscire quando vogliono dalla Casa

Articolo del 21 maggio – I componenti della Defhouse hanno replicato con ironia a chi sostiene che non possano uscire quando vogliono dalla casa. Simone Berlini ha pubblicato una foto in cui si vede lui chiuso in gabbia.

Sulla stessa lunghezza d’onda è stato anche il commento di Tommaso Donadoni che ha commentato: “Se questa è una prigione, voglio l’ergastolo. Buona serata ahahah“. Yusuf Panseri, invece, ha scritto un messaggio più articolato e generale, in parte per rispondere a chi si era preoccupato di non vederlo più in casa, in parte per replicare alle voci che circolano:

Yoo guys I’m back. Perdonate questi giorni di no post, ma non ce la facevo a usare i social sinceramente. Troppa gente usa la lingua italiana per dire ca*ate. Vi pare normale guys? Lessguccii defhouse è casa e mi sento proprio bene a starci, al di là di qualsiasi discriminazione e disagio che potrei beccarmi all’aperto e la gente parla pure male di questo mio stare bene. Ricordate la gente fa bla bla in continuazione senza sapere cosa ci sta alla base. Detto chiaro e tondo, io sono sempre stato il tipo del “Se non vedo non credo, se non tocco non credo e se non sai parlare non parlare”. Non so se capti…

DefHouse, Barbara Marrocco svela quali sarebbero le dure regole della casa: “Non possono uscire quando vogliono” – ecco cos’ha detto

DefHouse
DefHouse

I ragazzi della DefHouse non possono uscire liberamente? Qualche giorno fa Barbara Marrocco, in live su Twitch, ha espresso il suo parere sulla DefHouse e sulle regole. Per la ragazza la situazione in casa sarebbe totalmente costruita e i vari componenti non sarebbero liberi di fare quello che vogliono. Ecco cosa ha raccontato:

Ho conosciuto gente della DefHouse e devo dire che non mi piace come ambiente perché è tutto molto costruito, tutto molto finto. […] Fanno tutti i felici nella casa ma poi scopri che ci sono un sacco di problemi, che litigano fra di loro. Sono obbligati a fare le Storie e non possono non metterne per più di otto ore. Non possono uscire quando vogliono […] cioè, io per uscire con il tipo là (un componente della Def, n.d.r) lui doveva inventarsi una scusa per venire in zona da me.

Barbara ha anche sostenuto che i ragazzi della DefHouse sarebbero monitorati dal loro manager: “Tipo se metteva una storia dove correva, il manager cercava dov’era per vedere se era vicino a casa“. Qualche giorno fa, anche Valerio Mazzei, abbastanza brillo, aveva fatto accenno a questa situazione in DefHouse. Parlando con Simone Berlini al telefono ha detto:

Come al solito non puoi uscire dopo le tre di pomeriggio perché stai in carcere e devi cucinare, pulire.

Anche Tancredi si è inserito nella conversazione dicendo: “Lui c’ha il coprifuoco alle sei di pomeriggio“. Subito dopo si è corretto sostenendo che non fosse vero. In effetti abbiamo visto Simone Berlini e Tommaso Donandoni in compagnia di Valerio qualche sera fa (qui più informazioni). Vi abbiamo mostrato anche delle foto di Jasmin in compagnia di Alessio Di Napoli. Non possiamo quindi essere sicuri che sia tutto vero. Queste, tuttavia, rimangono le parole delle persone che conoscono da più vicino la realtà della casa…

[FOTO: Instagram]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *