in

Cyao – Futuryo: Simone Santoro pubblica sul suo canale i cinque brani del suo EP

Cyao album
Cyao album

Cyao: Simone Santoro ha pubblicato sul suo canale YouTube cinque video di altrettante tracce che compongono il primo EP dei Futuryo, la band di cui è frontman, composta da Lorenzo “Polly” Politi, Fabio “Ricchiardy” Ricchiardi e Francesco “Pako” Pellegrini.

I cinque brani sono Libertà (uscito il 24 marzo, giorno del compleanno di Tutubbi), Chance (25 marzo), Morto (26 marzo), (27 marzo) e Nemesi (28 marzo). Di seguito puoi vedere i lyric video e leggere la descrizione dei brani.

Futuryo – Libertà

Libertà fu scritta tra il 2011 e il 2012 da Simone, e nel tempo ha subito qualche variazione, fino ad arrivare alla versione attuale, duettata insieme a Lorenzo e arrangiata dai Futuryo.

  • Musica: Simone Santoro
  • Testo: Simone Santoro, Fabio Ricchiardi, Lorenzo Politi
  • Arrangiamento: Futuryo
  • Simone “Dudubbi” Santoro: Voce, Pianoforte, Synth, Cori
  • Lorenzo “Polly” Politii: Voce, Chitarra, Chitarra MIDI, Chitarra Acustica, Pianoforte, Percussioni
  • Fabio “Ricchiardy” Ricchiardi: Basso, Cori
  • Francesco “Pako” Pellegrini: Batteria

Futuryo – Chance

Chance è scritta e cantata da Polly. Il pezzo è stato scritto nel 2019, subito dopo l’entrata di Polly nella band. La canzone è piaciuta subito a tutti ed è entrata immediatamente nel repertorio.

  • Musica: Lorenzo Politi
  • Testo: Lorenzo Politi, Simone Santoro, Fabio Ricchiardi
  • Arrangiamento: Futuryo
  • Simone “Dudubbi” Santoro: Pianoforte, Cori
  • Lorenzo “Polly” Politi: Voce, Chitarra, Chitarra MIDI, Chitarra Acustica, Orchestrazione, Cori
  • Fabio “Ricchiardy” Ricchiardi: Basso, Cori
  • Francesco “Pako” Pellegrini: Batteria

Futuryo – Morto

Morto è stata scritta nel 2018 e cantata da Dudubbi. critta di getto dopo una rottura sentimentale, cerca di esprimere attraverso la musica sia il banale dolore ma anche una profonda ironica disillusione (“La disdetta è che non saprai come finisce Final Fantasy IX”). Il pezzo è stato riarrangiato per complimentare ancora di più la sensazione di “morte” quando una persona ti tratta da ectoplasma opaco.

  • Musica: Simone Santoro
  • Testo: Simone Santoro
  • Arrangiamento: Futuryo
  • Simone “Dudubbi” Santoro: Voce, Rhodes, Theremin, Synth, Vocoder
  • Lorenzo “Polly” Politi: Chitarra, Chitarra MIDI, Cori
  • Fabio “Ricchiardy” Ricchiardi: Basso, Cori
  • Francesco “Pako” Pellegrini: Batteria

Futuryo – Sì

è stata scritta da Simone nel 2015 su un pianoforte elettrico mezzo rotto poggiato sul suo letto mentre guardava fuori la finestra della sua cameretta d’infanzia. O almeno questo è ciò che i suoi ricordi romanzati gli suggeriscono. Il pezzo è rimasto essenzialmente inalterato da allora, e cerca di esprimere il senso di apatia che si prova quando si è consapevoli di avere qualcosa da dire ed avere l’ambizione di gridarlo a tutto il mondo, ma la condizione alienante di una società basata sulla routine ci spinge anche a sentirci in colpa se si hanno desideri del genere.

  • Musica: Simone Santoro
  • Testo: Simone Santoro
  • Arrangiamento: Futuryo
  • Simone “Dudubbi” Santoro: Voce, Pianoforte a Coda, Synth, Orchestrazione
  • Lorenzo “Polly” Politi: Chitarra, Chitarra MIDI, Cori
  • Fabio “Ricchiardy” Ricchiardi: Basso, Cori
  • Francesco “Pako” Pellegrini: Batteria
  • Lorenzo Corsi (special guest): Flauto Traverso

Futuryo – Nemesi

Nemesi fu scritta intorno al 2014 (forse), ma la sua origine è persa nei meandri delle fumanti memorie. Anche se il suo arrangiamento è stato recentemente “potenziato” da un egregio lavoro di Fabio, la sua struttura, armonia e melodia sono rimaste invariate negli anni.

  • Musica: Simone Santoro
  • Testo: Simone Santoro
  • Arrangiamento: Fabio Ricchiardi, Futuryo
  • Simone “Dudubbi” Santoro: Voce, Synth, Vocoder
  • Lorenzo “Polly” Politi: Chitarra, Chitarra MIDI, Cori
  • Fabio “Ricchiardy” Ricchiardi: Basso, Synth, Cori
  • Francesco “Pako” Pellegrini: Batteria

Cyao – dove ascoltarlo o acquistarlo

Cyao Futuryo
Cyao Futuryo

Puoi ascoltare o acquistare l’ep sui principali store musicali online:

Cyao – Conclusioni

Cyao è un album dal gusto retrò, ragionato, studiato, intelligente, composto da molteplici sonorità, che non ha nulla da invidiare ad altri lavori indie di gruppi ben più blasonati. Menzione speciale per i video che accompagnano le canzoni.

Tutubbi si dimostra ancora una volta, oltre che una testa pensante, anche un creator eclettico e talentuoso. Prima o poi, però, dovrà scegliere la sua strada. Per il momento va bene, molto bene, anche così.

What do you think?

1 point
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Issima91 al centro di un’ennesima polemica legata al Coronavirus. La sua risposta è da applausi

Daisy Keech

The Hype House, Daisy Keech svela tutta la sconvolgente verità sulla villa dei TikToker