in

Coronavirus, Iconize fugge a Santo Domingo: ‘Ho sbagliato, non si scappa dai problemi’ – arriva il video di scuse

Iconize
Iconize

“Non sono in Italia, sono scappato”. Queste le prime parole che Iconize, al secolo Marco Ferrero, ha condiviso nel video di scuse pubblicato su Instagram. L’influencer e videomaker, infatti, insieme all’amica Soleil Sorge, è volato da Milano a Santo Domingo in piena emergenza Coronavirus, poco prima che la Lombardia diventasse interamente Zona Rossa.

“Non mi sto giustificando, non sarei dovuto partire comunque. Ho fatto controlli e chiamato la Farnesina, sono partito in maniera tranquilla”, ha detto Iconize nel video caricato su IGTV circa il Coronavirus, registrato dalla camera del proprio albergo di Punta Cana:

Non posso dire di stare a casa perché non sono a casa e mi manca. Mi manca casa mia, la mia famiglia e il mio cane. Se fossi a Milano, starei a casa. Non si scappa dai problemi, vanno affrontati insieme.

Iconize si è detto pentito della scelta di aver lasciato in un momento simile la propria nazione, nel frattempo diventata interamente zona protetta. Col groppo alla gola di chi ha compreso di aver sbagliato, Marco Ferrero si è poi augurato di tornare a casa presto per stare vicino ai propri cari.

A sostenerlo tra i commenti l’amica Chiara Nasti, che ha invitato tutti a mantenere la calma e a non pubblicare offese nei confronti di Iconize. “Voi sfogate il vostro stare in casa con attaccare altre persone che fanno scelte diverse dalle nostre?”, si è domandata l’ex naufraga de L’Isola dei Famosi. Anche Elenoire Ferruzzi ha dimostrato vicinanza al videomaker. Al contrario, c’è chi ha fatto notare che l’errore commesso dalla coppia di amici non è nell’essere partiti, quando effettivamente un’ordinanza che impedisse viaggi turistici non era ancora stata emanata, quanto nella condivisione di Stories controverse, “in cui tu e Soleil sbeffeggiavate tutti noi”.

Coronavirus, accettate le scuse di Iconize?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *