in

Coronavirus, Alessandro Montesi ha violato la Zona Rossa ed è in quarantena? Ecco la verità

Alessandro Montesi
Alessandro Montesi

Alessandro Montesi nella Zona Rossa ad affrontare il Coronavirus? Vi diciamo subito di no, che non è andata così. Lo Youtuber (oltre 900.000 iscritti sul proprio canale) ha pubblicato nelle scorse ore un video circa l’emergenza sanitaria che ha interessato l’Italia, soprattutto alcune zone della Lombardia e dell’Emilia-Romagna. Interessato a comprendere la situazione effettiva nelle aree collaterali a quelle interessate dal contagio, Alessandro Montesi è partito da Milano con la sua videocamera alla volta di Lodi. In città e nella provincia, infatti, si sono registrati numerosi casi di positività al virus.

Arrivato a Lodi dopo mille peripezie e treni cancellati insieme all’amico Matias Caviglia, Alessandro Montesi ha registrato il clima in città. Poche persone in giro, molte con la mascherina, supermercati piuttosto forniti di merce. “C’è gente un po’ impanicata, il sushi era chiuso, in molti negozi si poteva entrare solo dopo aver citofonato”, ha raccontato il creator nel video. L’indomani, con un gruppo di amici, Alessandro Montesi ha invece deciso di avvicinarsi ai confini della Zona Rossa, che delimitano i paesi ad alto rischio dal resto. “Ovviamente non entreremo dove c’è la quarantena”, ha specificato, salvo farlo credere nel titolo clickbait del filmato.

Ovviamente intorno a quella zona è pieno di polizia, ogni due secondi c’era una volante in giro, ma tutto funziona normalmente. Ogni tot c’era della polizia che sbarrava la strada, quindi nemmeno potevi aggirarla. A un certo punto, i poliziotti ci hanno fermato e detto che è tutto chiuso. Se uno volesse andare nei paesi lì vicino bisognerebbe fare un giro lunghissimo. In realtà puoi entrare, ma per legge non si può uscire per 14 giorni.

Alessandro Montesi ha poi concluso dicendo di essersi recato in un paese vicino a Codogno, ma di non aver trovato anima viva in giro per le strade. Quindi, a differenza di quanto accaduto con Social Boom, Montesi ha solo suggerito nel titolo di aver fatto visita alla Zona Rssa. Nessuna ricostruzione bizzara o accusa, solo un po’ di clickbaiting. Rischierà comunque qualcosa a livello legale? Lo stesso ha dichiarato nei commenti al video quale fosse l’intento originario del video:

L’intento del video era solo andare a vedere com’è davvero la situazione, perché ormai con tutto l’allarmismo che si è creato online, la gente ha difficoltà nel capire cosa stia veramente succedendo. Abbiamo cercato di dare il meno fastidio possibile, senza fare niente di pericoloso. Come vi è sembrato

Ci credete? Pensate sia stato fatto solo per cavalcare l’emergenza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *