in

Corey La Barrie è morto in un incidente nel giorno del suo 25esimo compleanno

Corey La Barrie
Corey La Barrie

Corey La Barrie è morto: lo youtuber di Los Angeles, famoso per i video comici che realizzava sul suo canale, è stato vittima di un incidente d’auto. A nulla sono serviti i soccorsi e il ricovero in ospedale. Aveva 25 anni.

La conferma della tremenda notizia è arrivata dalla mamma di Corey, Lissa Burton, su Instagram:

Il mio cuore si è spezzato proprio oggi, il giorno del venticinquesimo compleanno di mio figlio. L’incidente l’ha ucciso all’istante.

Anche Jarad, il fratello di Corey, ha deciso di condividere la notizia sui social:

Mio fratello Corey è morto ieri sera in un incidente d’auto. Non so come farò senza di te. Mi manchi già così tanto. Non è giusto. Grazie per essere sempre stato il miglior fratello maggiore che avrei mai potuto desiderare.

Stando alle ricostruzioni dei fatti Corey era il passeggero dell’auto guidata dalla star di Ink Master Daniel Silva, anche lui rimasto coinvolto nell’incidente e attualmente ricoverato in ospedale per un’anca rotta. Il comunicato spiega:

I primi soccorritori sono arrivati sulla scena dell’incidente avvenuto a Los Angeles domenica sera. Due uomini in un’auto sportiva, la McLaren 600LT si sono schiantati contro un cartello stradale e un albero. Il passeggero ha subito tutto il colpo.

Attualmente Daniel Silva è stato arrestato per omicidio, dato che il suo veicolo, prima di schiantarsi, andava ben oltre i limiti di velocità e che lui, ubriaco, ha tentato di lasciare la scena del crimine prima dell’arrivo dei soccorsi, fermato dai cittadini che si sono recati sul luogo per prestare aiuto.

I colleghi creator di Corey La Barrie, da Tana Mongeau a Laur DIY, da Tessa Brooks a Rebecca Black hanno ricordato sui social l’amico scomparso. La sua mancanza si farà sentire.

What do you think?

1 point
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iconize, picchiato in strada perché gay – il racconto dell’aggressione

Chloe

Side-Eyeing Chloe, ecco com’è diventata la bambina dalla faccia schifata del celebre meme