in

Come NON farsi taggare nelle Stories “truffa” su Instagram? Ecco come salvarsi dagli spam!

In che modo possiamo evitare di farci taggare nelle Stories da account spam e bot che propongono offerte truffaldine? Ecco il metodo!

Vi sarà capitato ultimamente di aprire Instagram e di ritrovarvi tra le notifiche una citazione ad una Storia. Pensate che magari sia un vostro amico, una vostra crush, una cugina che ha voluto pubblicare una foto o un video, magari un ricordo. E invece no, è un account spesso senza foto che vi tagga in Stories del tipo:

Diventa un ambasciatore Shein e ricevi una carta regalo da 800 euro. Collab, click!

Generalmente in questo tipo di Stories c’è una ragazza sorridente, che sembra una modella, proprio come quelle che appaiono nei siti di abbigliamento e che mostrano come sono indossati i capi i vendita. L’invito è chiaro: entra a far parte anche tu degli influencer e dei creator che promuovono un sito o un servizio e guadagna soldi con una carta regalo. Ma sarà davvero così? Ovviamente no, è l’ennesima truffa costruita per Instagram, che punta a rubare dati personali promettendo in cambio premi o soldi.

Bloccare gli account che ci taggano nelle Stories può essere utile per evitare di ricevere nuovi tag? Sì, ma fino a un certo punto, perché ogni giorno nuovi bot cercano di truffarci (anche perché cliccare link su queste Stories sembra davvero molto facile, e spesso si rischia di farlo anche senza volerlo). Quindi come possiamo salvarci da questi tentativi di furto di dati, molto fastidiosi? Ci sono due modi per cercare di limitare i tag di account di questo tipo:

  • Entrare in Impostazioni
  • Cliccare su “Privacy”
  • Nella sezione “Interazioni”, cliccare su “Menzioni”
  • Consentire le Menzioni di “Nessuno”, oppure di “Persone che segui”

In questo modo, possiamo scegliere chi può menzionarci nelle Stories, nei commenti, nei video in diretta e anche nelle didascalie dei Post. Certo, è un metodo piuttosto duro, ma ci tutela da chi cerca costantemente di intrufolarsi nei nostri dati privati. La seconda forma di tutela è mantenere l’account privato, così da gestire meglio le interazioni con gli altri profili sulla piattaforma di Instagram. Tutto più chiaro ora?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.