Il primo weekend del Coachella Valley Music and Arts Festival (che conoscerete solo con “Coachella”) è terminato. Quello che sulla carta è uno dei festival musicali più importanti al mondo, negli ultimi anni è diventato un ritrovo per influencer dove sfoggiare look (più o meno) discutibili, spesso corredati da coroncine di fiori o richiami hippie.

Ebbene, anche quest’anno tantissimi influencer italiani (o presunti tali) si sono riuniti all’Empire Polo Field di Indio, in California. Da Paola Turani a Cecilia Rodriguez con il fidanzato Igazio Moser passando per Francesco Monte, Nilufar Addati, Ludovica Valli, Giulia De Lellis con Andrea Damante, Andrea Cerioli, Valentina Ferragni con Luca Vezil, Marco Cartasegna: c’erano davvero tutti, tanti dei quali provenienti dal mondo di Uomini e Donne.

Coachella 2019: le critiche agli influencer

Ma cosa hanno fatto vedere i nostri “influenzatori“? Il solito cliché: stories al trucco e parrucco, selfie in piscina, foto con gli outfit (e il marchio in bella vista). C’è anche chi si è lamentato della stanchezza, pora stella, o della troppa polvere respirata. L’esperta di web Roberta Talia ha commentato su Twitter: “Non c’è una al coachella che faccia vedere un concerto manco per sbaglio o gente conosciuta lì, ZERO solo fra loro italiani a farsi truccare e vestire come a un matrimonio zarro, oscene“.

Già, alcune volte sembrava di essere a una sfilata di moda più che a un festival con Kanye West e Ariana Grande in cartellone. Sui look, poi, @roberta_talia ha aggiunto: “Domanda: le influencer si sono vestite da indiane perché sono a Indio e non sanno la differenza tra nativi e indiani? Perché io sto pensando sia così“.

Ma le critiche sui social sono state davvero tante. “L’ultimo giorno di Coachella GDL e le altre si sono accorte che ci sono i cantanti in particolare Ariana Grande ce l’abbiamo fatta amici finalmente hanno capito cos’è“, ha scritto invece l’account @Alessan60037296 su Twitter. “Vi ricordate quando al Coachellanon ci si vestiva da carnevale o da smandrappone? Già, bei tempi“, ha aggiunto @dorklea.

Coachella qualche anno fa: Nina Dobrev, Ian Somerhalder e gli attori delle serie tv. Coachella quest’anno: influencer che sponsorizzano beveroni e gente di Uomini e Donne“, l’opinione di @luigitoto. “La cosa bella del Coachella è che nelle foto delle influencer o simili di turno (italiane e non) travestite più che vestite e pettinate in modo ridicolo perché “al Coachella si usa così” sullo sfondo ci sono tutte persone vestite normali, magari un po’ scosciate, ma normali“, @speroscherzi_.

Anche Taylor Mega, rimasta in Italia, ha detto la sua: “Ci sta pure mia nonna quest’anno. Avevo impegni di lavoro, odio stare in mezzo alla folla, odio volare, mi sembra una sagra, preferisco mete di mare e relax più luxury/inaccessibili”.

Coachella 2019: loro c’erano

La stessa Martina Luchena, già molto attaccata sui social (vi ricordate il “Rihanna-gate“?), ha pubblicato una storia polemica direttamente dal Festival: “Ora se pensiamo al Coachella ci viene in mente più che musica outfit, trecce, makeup particolari e look da sfoggiare. Inizialmente anche le celebrities avevano un mood molto easy da vero e proprio concerto“. Lei stessa, però, ha pubblicato più storie al trucco che ai concerti. Abbastanza esaustiva è stata anche Eleonora Rocchini, pure lei invitata al Festival: “Raga comunque certi mign0ttoni ci sono al Coachella…“. Onesta.

2 thoughts on “Coachella 2019 invaso dagli influencer italiani tra “mign0ttoni” e poca attenzione ai concerti: le critiche”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *