in

Clio Make Up, polemiche sui nuovi correttori: non sono inclusivi per le persone con la pelle più scura?

ClioMakeUp correttore
ClioMakeUp correttore

Sono usciti da poche ore ma i correttori di Clio Make Up (qui tutte le info) sono già al centro delle polemiche. Il nome della youtuber esperta nel make-up è finito tra i trending topics di Twitter. Il motivo? L’ha spiegato l’account “Perché è in tendenza?“: “Per la polemica riguardo la nuova collezione di correttori di Clio Make Up, che secondo diversi utenti presenta un range di colori non equilibrato e non inclusivo per le persone che presentano una pelle più scura“.

Infatti i colori sembrano pensati quasi esclusivamente per persone di carnagione chiara: delle 14 “shades” disponibili, soltanto due sono compatibili con un tipo di incarnato più scuro. Quando ha annunciato l’arrivo dei correttori fluidi effetto relax, Clio aveva detto: “Racchiudono in sé tanti anni di ricerca, di prove, oltre all’ingrediente principale, la passione“.

Ma, specialmente su Twitter, c’è chi non le perdonato la gradazione di colori scelti, considerati “poco inclusivi” e “sbilanciati”. “Se nel 2020 fai uscire dei prodotti con uno shade range del genere sinceramente puoi pure tenerteli” ha scritto un utente su Twitter, ricevendo più di 2mila like. Ma sono arrivati anche dei messaggi di sostegno per Clio Make Up.

Clio Make Up, polemiche sui nuovi correttori: c’è chi la difende

“Ragazze capisco le critiche, che hanno il loro fondo di verità. Ma ricordo che un’azienda fa uscire prodotti in base a ricerche di mercato, target clienti e posizionamento. Andare in perdita per avere ogni tipo di colore? Clio con il suo staff magari ha pensato di non rischiare”.

“Per una realtà ancora relativamente “piccola” come quella di Clio lanciare da subito un nuovo prodotto che abbracci un range colori molto ampio sarebbe un azzardo e un rischio importante per l’azienda visto che non si conosce ancora la risposta del publico. Per ampliare c’è tempo”.

“Il 99% delle persone che seguono Clio è bianco, lanciare tante tonalità per gente scura sarebbe stato un suicidio, anche perché l’azienda è gestita completamente da lei e il marito”.

Al momento Clio non ha risposto.

What do you think?

0 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iconize finge un’aggressione omofoba per finire in tv? L’accusa: “Si è colpito da solo con un surgelato”

Seoul Mafia, volano accuse per aver sessualizzato cantanti minorenni: “Non ci sto, denuncio”