in

Chiara Facchetti, foto rubate per una pubblicità di prodotti dimagranti? Lei sbotta: “Ora querelo”

Chiara Facchetti non ci sta. Come rivelato nell’ultimo video caricato su YouTube, l’influencer ha deciso di intervenire per porre un freno a una pratica su cui più volte è passata sopra negli anni. “Mi voglio dissociare da questa cosa, la trovo molto grave”, ha rivelato Chiara Facchetti, nuovamente vittima di furto di foto e video da parte di alcuni marchi per la sponsorizzazione non autorizzata di prodotti, in questo caso trattamenti dimagranti.

Stando a quanto confessato da Chiara Facchetti, infatti, negli anni è capitato spesso che le sue immagini venissero acquisite senza il suo consenso per campagne pubblicitarie simili. Nonostante non abbia mai sporto denuncia o inviato diffide, la youtuber ha dichiarato di voler querelare questa volta, forse per la natura della pubblicità, segnalata da alcuni suoi fan come video sponsorizzato su TikTok:

Finché si tratta di un prodotto che aspira i punti neri, di un fondotinta, è sbagliato ma mi piace dare il giusto peso alle cose. Querelare o segnalare trovo che sia una perdita di tempo, ma ora sono stanca. Se non inizio ad intervenire… […] In questo caso non voglio passarci sopra, non voglio che i contenuti del mio canale vengano associati a contenuti di questo tipo. A cercare di non arrivare a soluzioni estreme c’è chi se ne approfitta. Non c’entro niente con tutto questo.

Chiara Facchetti e il body-shaming: “Non ha senso giudicare l’aspetto fisico”

Ricollegandosi al tema della pubblicità, Chiara Facchetti ha deciso anche di discutere di body-shaming, argomento che le sta a cuore, nonostante non ne discuta molto sulle proprie piattaforme social:

Quando ricevo commenti quasi mai educati sull’aspetto fisico, lascio stare o elimino per le solite parole di troppo. È una cosa gravissima, sembra quasi banale dirlo. […] Il body-shaming è totalmente inutile, non ha senso giudicare l’aspetto fisico di una persona. È giusto curarsi, ma non deve diventare un’ossessione o un motivo per prendere di mira una persona. Nella mia vita ho avuto tanti problemi per l’alimentazione, ma è un argomento delicato, ci ho fatto un video e ho sempre avuto paura di ritrattarlo non essendo una specialista.

Il video a cui Chiara Facchetti allude risale al 2014 ed è quello in cui parla della sua esperienza con l’anoressia, uno dei disturbi dell’alimentazione più diffusi. Ecco il motivo della presa di distanza netta dalla pubblicità non autorizzata di prodotti dimagranti. Difficile non essere d’accordo con lei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *