in

Lo sapevate che c’è un’app che può fare (alcuni) compiti di scuola al posto tuo? Ecco come funziona!

ChatGPT è un’intelligenza artificiale capace di rispondere a qualsiasi domanda in pochissimo tempo. Ecco come funziona!

CHATGPT
CHATGPT

Da giorni su TikTok si parla di ChatGPT (ovvero Generative Pre-Trained Transformer), un bot basato sull’intelligenza artificiale e sul machine learning (in parole semplici è una macchina che continua ad imparare in piena autonomia), che è capace di rispondere in modo dettagliato e articolato a tutte le domande. Ciò vuol dire che un* studente potenzialmente può utilizzarlo per fare i compiti assegnati a scuola, dato che è in grado di scrivere temi, fare ricerche, risolvere problemi di matematica e fisica, creare qualsiasi tipo di tesina e, addirittura comporre poesie o creare articoli scientifici o codici di programmi informatici. E tutto questo in pochi secondi!

Ma come funziona ChatGPT? Siccome è un’intelligenza artificiale completamente gratuita, basta registrarsi sul sito ufficiale (ultimamente potresti riscontrare difficoltà ad accedere) e iniziare ad utilizzarlo. Si può chiedere qualsiasi cosa tranne di argomenti immorali e illegali. Se la domanda è in italiano, la risposta è in italiano. Non solo: si può chiedere di approfondire anche una singola parte della risposta! Quindi, se ipoteticamente chiedessimo di scriverci un tema su Dante, il bot in pochi secondi lo comporrebbe. Alla fine noi potremmo invitarlo ad ampliarlo o a farci un riassunto a seconda delle nostre esigenze.

Stando a quanto riporta il quotidiano La Stampa, negli Stati Uniti stanno vietandone l’utilizzo nelle scuole per “proteggere l’onestà accademica” (tradotto: evitare che qualche alunn* possa imbrogliare). Nelle università australiane, hanno fatto di più: per non rischiare hanno deciso di far svolgere gli esami con carta e penna.

Attenzione: ChatGPT ha attirato l’attenzione anche dei truffatori! Se volete provarla, ma non riuscite ad accedere al sito, ritentate in un secondo momento, ma non fidatevi a scaricare sul vostro smartphone o computer altre app che promettono di farvela usare: potrebbero rubarvi i dati!

[FOTO: TikTok]