in

Charli D’Amelio paga TikTok per segnalare i BTS? Ovviamente è una fake news!

Charli D'Amelio BTS
Charli D'Amelio BTS

Charli D’Amelio paga TikTok per segnalare i BTS. Questa assurda teoria sta circolando da un po’ di tempo sui social. Ovviamente è una fake news che si può facilmente smentire. Andiamo con ordine.

Ci sono arrivate numerose segnalazioni riguardanti un video pubblicato su TikTok che infanga la D’Amelio. La parte principale della clip recita:

… Non Charli D’Amelio che ha pagato per segnalare l’account dei BTS, ma fortunatamente TikTok non ha accettato i soldi. Bell’idola che avete, complimenti. Ora tornate ad editare su di lei facendo finta di nulla.

Primo: non ci sono prove che la regina di TikTok abbia provato a corrompere TikTok per segnalare i BTS.

Secondo: non servono soldi per segnalare qualcuno, basta selezionare l’account e cliccare su “Segnala”. Se avesse voluto boicottare la band k-pop avrebbe potuto movimentare i suoi 105 milioni di fan invitandoli a segnalare per qualche abuso i BTS e avrebbe fatto prima. Il problema sarebbe sorto successivamente, quando la piattaforma avrebbe controllato le segnalazioni per valutarne la reale gravità: non avrebbe trovato nulla.

Charli contro i BTS

Terzo: Charli è fan dei BTS. In una puntata di ottobre del suo podcast, 2 Chix, la D’Amelio ha raccontato:

Ho iniziato ad ascoltare BTS e il K-Pop quando ho avviato i social. Non sapevo nulla di loro. Me li ha fatti conoscere Chase (che è risaputo essere un grande fan dei BTS N.d.W.).

Penso che l’aspetto più pazzesco di loro sia come riescano a rendere fluido ogni singolo movimento del ballo mentre cantano in gruppo. Pensare che dei cantanti così straordinari riescano ad esibirsi e a ballare allo stesso tempo è qualcosa che ammiro tantissimo essendo una ballerina. Dalle coreografie agli abiti, è tutto così perfetto ed è così ben unito insieme che è davvero bello da guardare.

Ho guardato molti video su YouTube delle loro esibizioni e sono davvero sorprendenti.

Charli, quindi, non solo non avrebbe potuto complottare con TikTok contro i BTS, ma non avrebbe nemmeno voluto. Voi cerchereste di mettere i bastoni tra le ruote a persone che ammirate e stimate?

Gaia Bianchi spiega perché non parla mai delle sue relazioni sui social

Me contro te gameplay

I Me Contro Te iniziano l’anno con una novità: Luì e Sofì diventano gamer!