Clicca su consenti

per attivare la ricezione delle notifiche relative all’oroscopo di Webboh

in

Compare una cassaforte a Milano con un premio di valore: è opera di Anna? Ecco come funziona

Cassaforte Spotify
Appare una cassaforte a Milano di Spotify, chi indovina il codice e la apre vince una moneta d’oro da cinquanta grammi, ma come funziona?

Milano non smette mai di stupirci e, a quanto pare, nemmeno Spotify. Oggi, nel bel mezzo della metropoli, è comparsa una misteriosa cassaforte. Sono tantissime le persone che in questo preciso momento si trovano in fila per provare ad aprirla e ottenere un prestigioso premio. Ma dove possiamo trovare la cassaforte, com’è possibile aprirla e cosa c’è all’interno? Ma soprattutto, come mai è stato messo questo giochino a Milano? Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Se siete di Milano, basterà recarvi a Via Savona, 5, nel quartiere di Porta Genova, per raggiungere la cassaforte di Spotify. Arrivate avanti ad essa, potete provare ad inserire un codice segreto da cinque cifre. Si tratta di un compito davvero arduo: indovinare un codice di questo genere ha una probabilità pari allo 0.001%! Tuttavia, se riuscirete a portare al termine il compito potrete ricevere un succoso premio, una moneta d’oro da 50 grammi. Ma affrettatevi, le persone che stanno provando a vincere questo premio sono sempre di più.

L’identità della persona che ha indetto questo contest è ancora avvolta nel mistero, ma per il web non ci sono dubbi: sembra che sia stata proprio Anna, in collaborazione con Spotify, ad aver organizzato questo gioco! Non solo la rapper ha pubblicizzato la cassaforte nelle storie di Instagram, ma sembrerebbe che abbia lasciato anche un piccolo indizio per risalire al codice segreto. “_ _ 8 _ _”, scrive Anna in una storia pubblicata su Instagram. Noi non vediamo l’ora di scoprire chi si aggiudicherà il premio, e voi?

Proverete ad aprire questa misteriosa cassaforte?
Sto già andando in fila!
No, tanto già so che non indovinerei mai!
Ci ho provato, ma nulla
Non sono di Milano, altrimenti ci avrei provato!

[FOTO: Spotify]