in

“I BTS si prendono una pausa”, la notizia shock sconvolge i fan: ecco come stanno davvero le cose!

I BTS hanno deciso di prendersi una pausa, e la notizia è verissima. Questo però non vuol dire che si sono sciolti, facciamo chiarezza!

I BTS si prendono una pausa. Cosa c’è di vero e cosa c’è di non vero? Ve lo spieghiamo noi. E’ vero che i membri del gruppo hanno deciso di prendere un periodo di pausa prolungato per dedicarsi a dei progetti solisti, ed è altrettanto vero che questa notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno. Qual è il motivo? L’ha spiegato RM, uno dei cantanti: “Il problema con il k-pop e con tutto il sistema che lo sostiene è che non permettono di maturare: bisogna di continuo produrre nuova musica e fare qualcosa. Ho bisogno di passare un po’ di tempo da solo per maturare pensieri che diventino qualcosa di esclusivamente mio. Mi sento come fossi intrappolato dentro di me“. Attenzione, però: questo non significa che la band morirà.

Ognuno di noi si prenderà del tempo per divertirci e sperimentare molte cose. Promettiamo che un giorno torneremo ancora più maturi di quanto siamo ora“, ha detto Jungkook. L’agenzia che gestisce la band, per calmare gli animi dei fan, ha diffuso un comunicato ufficiale in cui ha specificato che i membri dei BTS non smetteranno di lavorare come gruppo. Per il momento, però, si concentreranno sulle proprie carriere da solisti. La band aveva iniziato il suo percorso musicale ben nove anni fa, e sono stati in grado di mettere in piedi un impero, sostenuto dalle Army, un vero e proprio esercito di fan.

Abbiamo sempre voluto essere il tipo di artisti ricordati dai nostri fan, e credo sia proprio questa la ragione che ci ha portati ad attraversare questo momento difficile. Adesso stiamo iniziando a pensare a essere ricordati singolarmente dai nostri fan, e trovare la nostra identità come singoli è un processo lungo e faticoso

BTS

Una curiosità. Subito dopo l’annuncio della volontà di prendersi una pausa, le azioni della casa di produzione che segue anche i BTS sono crollate del 28%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.