in

Briller si è sposato: ecco tutti i dettagli sul matrimonio con Sonia

Briller, youtuber originario di Denver che da diversi anni vive in Italia, si è finalmente sposato con la sua adorata Sonia Cristofori.

Nonostante sui suoi profili social non siano apparse foto e video della cerimonia, tenutasi a Roma, in base a quello che ci ha raccontato nel suo ultimo video sappiamo appunto che Briller è oggi un uomo sposato.

briller

Chi è Briller

Brian, questo il vero nome di Briller, è nato a Denver nel 1993 e studia italiano ormai da diversi anni e rispetto a molti dei suoi “colleghi” ha un livello linguistico sinceramente impressionante.

Di recente, insieme alla fidanzata (e ora moglie) Sonia, lo youtuber ha aperto un canale parallelo (Bringlese) nel quale dà ai suoi iscritti lezioni di italiano. Inoltre, forte della sua lunga esperienza nel nostro paese, ha anche scritto un libro intitolato Learn English or Explode!

Il matrimonio

Nelle scorse settimane, Briller e Sonia avevano caricato un video vlog intitolato “L’ultima vacanza da non sposato”.

Nel suo video più recente video (7 stereotipi falsi degli italiani che gli americani hanno) la webstar ha confermato di essere finalmente convolato a nozze.

In base a quello che i due ci hanno raccontato, sappiamo che la cerimonia è stata civile e non religiosa. A quanto pare, per l’occasione i due hanno deciso di invitare soltanto un gruppo piuttosto selezionato di amici.

Ecco il video in cui Briller e Sonia raccontano qualche curiosità sul loro matrimonio

Ad oggi, come ampiamente documentato tramite i rispettivi vlog, la coppia di neo sposini non vive in Italia. Da qualche tempo, infatti, Brian e Sonia hanno deciso di trasferirsi in Giappone.

What do you think?

0 points
Upvote Downvote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Video Me Contro te 27 ottobre

YouTube, i video più visti della settimana: Me contro te primi, battono Anthony IPant’s

I Me Contro Te fanno degli spoiler sul loro film: “Saremo faccia a faccia con il Signor S e poi…”