in

Bonard Dago contro La Caserma, e scatta il dissing con George Ciupilan: facciamo il riassunto

Bonard Dago George Ciupilan
Bonard Dago George Ciupilan

Da due giorni su Instagram impazza il dibattito su La caserma, dopo che Bonard Dago, rispondendo ad una storia Instagram, l’aveva definita: “Il collegio, però versione tarocca“. Il primo che gli ha risposto è stato George Ciupilan che ha fatto entrambi i reality:

Tutto ciò mi sembra molto imbarazzante. Ovviamente imbarazzante, perché non capisco il perché dello sminuire un’altra cosa. Mi hanno insegnato da piccolo che tu sminuisci o dai contro una cosa, perché ti dà fastidio o ti turba la cosa.

Vi posso assicurare che, avendo provato tutte e due le esperienze, non è la copia de Il collegio, ma proprio per niente. Io non so da dove gli è uscita fuori sta stron*ata, ma non è che se nella pubblicità ti dicono: “Dopo il successo de Il collegio, La caserma” allora è uguale a Il Collegio. Tengo a specificarlo, perché magari non hai capito guardando.

George non è stato l’unico che ha deciso di rispondere a Bonny. Carmelo Corsaro nelle storie IG sostiene che l’ex collegiale abbiamo sminuito il lavoro di un sacco di persone:

Adesso io non voglio soffermarmi sul commento, perché ognuno è libero di dire la sua, per carità. Voglio far riflettere a chiunque possa avere un minimo di visibilità e di conseguenza influire su molte persone che, ormai nel 2021, sminuire il lavoro di un sacco di persone (perché non ci siamo solo noi concorrenti dietro) per avere un po’ di hype mi sembra un po’ too much e insensato. A maggior ragione, non si sputa nel piatto dove si ha mangiato. Detto questo: questo è il mio pensiero, non voglio offendere nessuno, anzi, spero che si capisca il messaggio.

Sulla stessa linea di pensiero c’è anche Andrea Fratino:

Ognuno è libero di esprimere le proprie opinioni, e fino a qui ci siamo. Ma sminuire il lavoro altrui non mi sembra per nulla rispettoso.

E pure Matteo Rizzolo:

Ci sta che tu dica che La caserma ha un format simile a quello de Il collegio, perché è vero. Quando tu dici che è la versione tarocca, tendi a sminuire il nostro lavoro, perché tu sai quanto lavoro ci sia dietro alla realizzazione del programma. Poi non puoi giudicare La Caserma dopo due puntate. Ne mancano altre quattro. Almeno aspetta che finisca la prima edizione.

Nel frattempo Bonard è tornato sull’argomento. Prima ha ribadito di aver espresso solo il suo parere:

Dico cosa penso della caserma e un concorrente che l’ha fatta mi viene a “rompere” in DM dicendo che cerco di sminuirlo! Okay campione.

Poi ha cercato di smorzare i toni, parlando di ironia:

Ho detto che La Caserma sembra un Collegio tarocco, ma in senso ironico. Sto parlando de La Caserma, non dei concorrenti.

A Il collegio avevamo il preside e poi c’eravamo noi. Se facevamo casino ci davano delle punizioni o venivamo espulsi. La caserma non dico che è la stessa cosa, ma il principio è lo stesso. Nel senso: se loro fanno casino, invece di studiare 50 pagine, vanno a correre in mezzo ai campi. questo non è questione di giusto o sbagliato. Questa è la mia opinione.

Successivamente si è rivolto direttamente a George scrivendo:

Cerca di non fare il moralista con me che neanche tu scherzi… Se tu nelle tue stories dici che ti annoi e poi vieni da me a dire che quello che penso è giusto o sbagliato e in più metti gli screen dei tuoi fan che supportano, vuol dire che vuoi solamente sminuirmi.

E aggiungendo:

Se a te non ti interessa la mia opinione: bravo. Però non stare a rompere a me.

Hai capito mon petit… mon frére. Non rompere a me.

George Ciupilan, stupito della reazione di Bonny, ha controreplicato:

Mon petit? Mon frére? Allucinante. Dove siamo finiti?

La discussione sarà finita qui?

[FOTO: Instagram]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *