in

BlackGeek parla dei suoi guadagni e spiega perché non si sposterà mai su Twitch

Quanto si guadagna sui social? Lavorare sul web è bello ma, come si sa, non c’è rosa senza spine: lo ha spiegato BlackGeek nel video pubblicato su Youtube il 28 dicembre 2020. Andrea Bentivenga ha sollevato il velo su tanti luoghi comuni, rispondendo alle domande che con più frequenza gli vengono poste dai suoi follower.

Chi sperava di sapere con esattezza se si può vivere agiatamente lavorando sui social, è rimasto un po’ deluso. Dimostrandosi maestro nell’arte del dire e non dire, l’influencer ha ribadito:

“Io con instagram non guadagno un ca—. Guadagno veramente pochissimo per tutta una serie di errori che ho fatto in passato ma anche perché appunto, vedete, Instagram io lo uso un po’ più… in modo personale piuttosto che lavorativo. Con Youtube non posso dire da contratto quanto guadagno però vi posso dire che tutto quello che vedete sul canale, tutte le spese che faccio sul canale: l’affitto ecc… sono tutte spese che gestisco IO con le ENTRATE di YOUTUBE. Potete farvi due conti, anche se non capisco perché vi interessi così tanto. Ma non è meglio pensare a come fare i soldi per se piuttosto che come fanno soldi gli altri?”.

Affermazioni che instillano più di un dubbio su chi abbia intenzione di intraprendere questa strada, non sempre semplice e che spesso richiede tanto spirito di adattamento (soprattutto in funzione dell’evoluzione dei social e delle sempre presenti novità).

Perché BlackGeek non sbarcherà su Twitch?

“Con Twitch si guadagna relativamente bene ed è un ottimo modo per fidelizzare gli iscritti in modo maggiore perché in diretta è tutto più bello. Il problema è che Ttwitch i soldi te li da A CREDITO. Su Twitch le fonti di entrata sono principalmente le sub e le donazioni, ovviamente se tu ti iscrivi a un canale Twitch e paghi per iscriverti a questo canale oppure comunque doni a un creator tu lo fai non sulla base di quello che ha già fatto ma lo fai perché speri nel mese dopo o più avanti dopo lui ti riempia di contenuti.

Se non lo fa e sparisce nel nulla ti inca*zi e faresti pure bene. Ecco a me ricevere soldi a credito dà un fastidio cane perché poi mi sento sporco e in dovere di ripagare. Youtube invece ti paga per quello che hai fatto. A fine mese ti dice “guarda, i video di questo mese hanno generato tot, tieni i tuoi soldi, perfetto”.

Limitazioni e paletti che, questa volta in modo chiaro e inequivocabile, hanno spinto lo youtuber a emettere, nei confronti di Twitch, una sentenza inappellabile: “Non mi vedrete MAI su Twitch, è una promessa”, perché “non voglio essere pagato a credito. Quindi Twitch non lo farò mai perché io non posso garantire alle persone che su Twitch mi sostengono che il mese dopo ci sarò in eguale modo del mese prima”.

Almeno, ora, i suoi fans sanno da cosa iniziare e cosa invece evitare, qualora ne volessero ripercorrere le orme.

[Foto: Youtube]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *