in

Che cosa sono e quanto valgono i “bits” su Twitch? Ecco come guadagnano gli streamer

Su Twitch uno dei modi per supportare i propri creator preferiti è quello di donare dei bits. Ma cosa sono questi cristalli? Quanto valgono?

Bits Twitch

Il mondo di Twitch si sta espandendo sempre di più, e con esso anche gli utenti che esplorano a fondo la piattaforma. Uno dei metodi per supportare i propri creator preferiti è proprio quello di donare dei bits, scopriamo cosa sono.

Che cosa sono i bits?

Sono una forma di moneta digitale che la piattaforma di Amazon ha creato per permettere agli spettatori di finanziare i propri streamer. Perché dovrei donare dei bits? Perché in questo modo la domanda o il commento in cui inserirai la donazione verrà direttamente mostrata al creator il/la quale potrà risponderti. Inoltre il sito ha creato queste donazioni per creare una sorta di “tifoseria” nella chat durante un particolare format, ad esempio durante sfide o giochi. Inoltre mensilmente Twitch stila la classifica dei donatori più assidui per ogni influencer, e a volte sono gli stessi intrattenitori a ringraziare i fan per il sostegno.

Come si acquistano?

Direttamente sulla parte inferiore della chat, accanto allo spazio per inviare messaggi, si trova un’icona a forma di cristallo. Cliccando su di essa si accederà alla pagina di acquisto dei bits. Possono esserne acquistati da 100 fino a 25.000. Si parte dal costo di 1,54€ per 100 unità, fino ad arrivare a 339,57€ per comprarne 25.000. Al momento i metodi di pagamento supportati sono Amazon e Paypal. I dirigenti hanno assicurato che a breve saranno introdotti nuovi metodi per permettere a tutti di scegliere il proprio metodo di acquisto.

Quanto guadagna lo streamer con queste donazioni?

Per ogni cristallo donato Twitch invia 1 centesimo allo streamer. Facendo dei calcoli quindi su una donazione di 100 bits, 1,00€ va allo streamer e i restanti 54 centesimi alla piattaforma. Così seguendo con 1.000 bits lo streamer riceverà 10€ e con 5.000 cristalli 50€. Queste valute sono anche il miglior modo per chi lavora sulla piattaforma targata Amazon di evitare addebiti respinti o altri potenziali problemi di pagamento.E voi avete mai supportato i vostri streamer preferiti? Conoscevate questa moneta digitale?

[FONTE: twitch.tv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *